Home Politica Sere d’estate, sere di riunioni politiche, mentre si costruisce il nuovo centro

Sere d’estate, sere di riunioni politiche, mentre si costruisce il nuovo centro

424
0
SHARE

E’ terminata una lunga settimana tra presente e futuro per la politica caivanese. Mentre l’amministrazione Falco arranca dopo 22 mesi impalpabili, tra la delusione cocente di gran parte di quel risicato 51,64% dei caivanesi che diede fiducia al candidato sindaco del centro sinistra, gran parte delle politica locale si riunisce e si confronta.

I problemi in città si sono amplificati, mentre poco o nulla si vede all’orizzonte, mentre in settimana, il 15 giugno, molti ricordavano che già è trascorso un anno dal tentativo di gran parte dei consiglieri di dimettersi per tornare immediatamente al voto.

Riunione di maggioranza a metà settimana in linea con gli ultimi incontri, chiacchiere sterili e la sensazione di voler rimandare la problematica legata alla gara per il servizio della raccolta rifiuti per arrivare a settembre al gong della scadenza della proroga e chiedere l’ennesimo voto ad occhi chiusi alla maggioranza, mentre nessuno parla più del deludente piano industriale che doveva essere la priorità di discussione.

Ieri, secondo fonti certe, c’è stata la riunione del gruppo Noi Campani e a quanto pare non si è parlato solo dell’imminente consiglio comunale di lunedì sera, ma di una vera programmazione politica.

Questa sera, in chiusura, prima l’incontro del gruppo Italia Viva nella sede di via Matteotti, ma l’incontro vero di costruzione per il futuro si è avuto in tarda serata ad Acerra.

Avevamo già parlato poco più di dieci giorni fa di un tentativo di costruzione di un centro forte e il progetto sta andando avanti prendendo nuovi e affidabili consensi. Dopo l’incontro di alcuni politici locali e alcuni imprenditori, questa sera si è cominciato a decidere quale strada intraprendere.

Importante presenza di giovani appassionati di politica, imprenditori e in aggiunta a quelli del primo incontro anche tesserati del PD locale, secondo indiscrezioni quelli della corrente che già era molto delusa alle politiche del 2020.
Alla presenza di un portavoce di Gaetano Quagliariello si è discusso di costituire l’area centrista con una nuova anima e si è proposto il nuovo partito politico Coraggio Italia. Ancora viva la voglia di voler presentare in futuro un sindaco donna, ma la priorità è stata quella di rinnovamento, quindi di giovani per una nuova Caivano.

Chi vivrà vedrà!

Per restare sempre aggiornati sulle ultime notizie, iscriviti al nostro canale Telegram e seguici su Instagram

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here