Home News LO STUDIO. “Il Parco verde non è solo criminalità: qui c’è anche...

LO STUDIO. “Il Parco verde non è solo criminalità: qui c’è anche tanta gente perbene”. E’ l’argomento della tesi della psicologa Carla Peluso

1376
0
SHARE

CAIVANO. La psicologa Carla Peluso ha conseguito oggi, sabato 8 ottobre 2022, presso l’Istituto Campano di Psicologia Giuridica, la sua formazione in “Psicologia giuridica e perizia psicologica in ambito penale e civile”, discutendo brillantemente la tesi dal titolo “La criminalità a Caivano: i giovani del Parco Verde”, elaborata con la supervisione dei relatori Sara Pezzuolo e Alfredo Grado, psicologi forensi e criminologi.

LE DICHIARAZIONI

Mentre la società civile continua a subire un fenomeno che non si riesce ad arginare – spiega la dottoressa Peluso (nella foto di copertina) – c’è chi tenta di comprendere ed approfondire con gli strumenti che si confanno all’analisi di fatti criminali sempre più presenti nel territorio caivanese. E lo fa partendo da chi dovrebbe essere una speranza, ovvero i giovani. Dall’elaborato si evince che in Campania la carriera criminale inizia sempre più spesso da giovanissimi. Si possono compiere efferati delitti a 14 anni e diventare già boss a 20 anni”.

Poi Peluso prosegue. “I dati dell’Osservatorio Nazionale sull’Adolescenza dell’anno 2022, infatti, registrano una preoccupante escalation, soprattutto post pandemia: Il 16% di ragazzi ha commesso atti vandalici, cinque su dieci hanno partecipato a una rissa e il 10% fa parte di una banda criminale. Pertanto questi indici restituiscono una triste fotografia nella quale è possibile riconoscere anche dei giovani del Parco Verde”.

LA PRECISAZIONE

“Ma è opportuno e necessario ricordare e precisare che in questo quartiere non c’è soltanto criminalità, ma c’è anche tantissima gente perbene. Una precisazione che vuole restituire giustizia e solidarietà a chi vive in quel luogo, ma si dissocia dalla criminalità”.

LA DEDICA

Peluso dedica il suo lavoro di tesi a chi non ce l’ha fatta, perché non ha trovato una mano tesa o ha deciso di non afferrarla. Inoltre, ringrazia per la professionalità e disponibilità dimostrata i suoi docenti relatori, Sara Pezzuolo e Alfredo Grado.

 

Per restare sempre aggiornati sulle ultime notizie, iscriviti al nostro canale Telegram e seguici su Instagram
SHARE
Previous articleCardito, la “Madonna di Fatima” arriva in elicottero al Parco Taglia. Il sindaco Cirillo: “Sarà un tripudio festante per tutti i fedeli” 
Next articleMacabra scoperta a Pascarola, trovato un cadavere in un terreno
Ha conseguito la laurea magistrale in Scienze della Comunicazione pubblica, d’impresa e pubblicità, presso l’Università degli Studi del Molise, la laurea magistrale in Scienze Motorie, presso l’Università degli Studi “Tor Vergata” di Roma e il Diploma Isef, presso l’Istituto Superiore di Educazione Fisica di Napoli. Tra le altre certificazioni ha conseguito anche il Master di I livello in Scienze della Comunicazione Pubblica. E’ giornalista pubblicista, iscritto all’Albo e all’Inpgi. Corrispondente del quotidiano nazionale “Il Mattino dal 1990”. Componente della Commissione Cultura dell’Ordine dei Giornalisti della Campania, docente e vicepreside negli istituti superiori di secondo grado. Ufficiale del corpo militare volontario della Croce Rossa Italiana. Addetto stampa per il Centro-Sud dell’Associazione Nazionale Militari della Croce Rossa Italiana. Già direttore responsabile, tra gli altri, dei periodici “Occhio sulla Città” e “Non solo Sport”. Ha collaborato con diverse testate giornalistiche (“Il Giornale di Napoli”, Roma, Napoli Metropoli, Idea Città, ecc.). Redattore delle testate online “Il Giornale di Caivano”, “Ergo Tv” e “Campania Press”. Ha collaborato e collabora con emittenti televisive regionali ed interregionali da oltre un ventennio (Capri Event, Telecapri News, Napoli Tivù). Tra i vari riconoscimenti figurano, per la sezione giornalismo, anche il Premio del concorso nazionale sulla legalità “Non tacerò” (anno 2016), il Premio Nazionale “Mario Fiore”, anno 2019, il Premio Internazionale “Liburia 2020” ed Il Premio “Città di Caivano 2022” (Leone d’Argento). Inoltre, nel maggio 2022 ha ricevuto la nomina di “Effettista Emerito” della contemporanea corrente pittorica italiana dell’Effettismo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here