Home Cronaca IL PREMIO. Giornalismo: a Sabato Angieri, con un servizio da Odessa, va...

IL PREMIO. Giornalismo: a Sabato Angieri, con un servizio da Odessa, va il Premio “Mimmo Ferrara”

871
0
SHARE

Il premio “Mimmo Ferrara”, organizzato dall’Ordine dei Giornalisti Nazionale e Regionale della Campania, dalla Casagit e dalla famiglia Ferrara, con il patrocinio della Regione Campania e del Comune di Napoli, si terrà a Napoli, sabato 22 ottobre 2022 (ore 9.30), presso la Sala dei Baroni del Maschio Angioino.

Sabato Angieri (nella foto di copertina), con il coinvolgente servizio televisivo realizzato da Odessa, durante le prime settimane di guerra in Ucraina, ha vinto la sesta edizione del “Premio Giornalistico Nazionale Mimmo Ferrara”.

Secondo posto per Francesco Ferrigno, autore di un’interessante inchiesta in due puntate sulla necessità di un sistema di protezione contro la propaganda russa.

Menzione speciale della Giuria a Giorgia Verna, giovanissima praticante, che ha pubblicato il suo articolo “Il computer mi ha rubato il lavoro” su Zeta (testata del Master in giornalismo della LUISS Guido Carli di Roma).

Grande novità di quest’anno, in continuità con il tema scelto per la sesta edizione del Premio, è la Tavola Rotonda “Transizione digitale fra etica, intelligenza artificiale e conoscenza umana” con Paolo Benanti, autore del libro “Human in the Loop. Decisioni umane e Intelligenza Artificiale” della Pontificia Università Gregoriana, e Derrick de Kerckhove, sociologo esperto di cultura digitale, docente al Politecnico di Milano e direttore scientifico della rivista Media Duemila. I due esperti internazionali saranno intervistati da Maria Pia Rossignaud, giornalista vicepresidente Osservatorio TuttiMedia.

Mimmo Ferrara, giornalista attento osservatore del mondo, rappresenta l’intelligenza di chi ha saputo coniugare tradizione e innovazione, senza lasciarsi sopraffare dall’una o dall’altra. Da uomo illuminato ha sostenuto diverse generazioni di giornalisti napoletani senza distinzioni di genere, ma soprattutto ha promosso la cultura a tutti i livelli.

La Giuria, inoltre, all’unanimità, ha conferito un premio alla carriera a Franca Leosini, giornalista e conduttrice televisiva.

Per restare sempre aggiornati sulle ultime notizie, iscriviti al nostro canale Telegram e seguici su Instagram
SHARE
Previous articleTornano gli autovelox a Caivano per far rispettare i limiti di velocità
Next articleUna Boys spietata piega un volenteroso Goti
Ha conseguito la laurea magistrale in Scienze della Comunicazione pubblica, d’impresa e pubblicità, presso l’Università degli Studi del Molise, la laurea magistrale in Scienze Motorie, presso l’Università degli Studi “Tor Vergata” di Roma e il Diploma Isef, presso l’Istituto Superiore di Educazione Fisica di Napoli. Tra le altre certificazioni ha conseguito anche il Master di I livello in Scienze della Comunicazione Pubblica. E’ giornalista pubblicista, iscritto all’Albo e all’Inpgi. Corrispondente del quotidiano nazionale “Il Mattino dal 1990”. Componente della Commissione Cultura dell’Ordine dei Giornalisti della Campania, docente e vicepreside negli istituti superiori di secondo grado. Ufficiale del corpo militare volontario della Croce Rossa Italiana. Addetto stampa per il Centro-Sud dell’Associazione Nazionale Militari della Croce Rossa Italiana. Già direttore responsabile, tra gli altri, dei periodici “Occhio sulla Città” e “Non solo Sport”. Ha collaborato con diverse testate giornalistiche (“Il Giornale di Napoli”, Roma, Napoli Metropoli, Idea Città, ecc.). Redattore delle testate online “Il Giornale di Caivano”, “Ergo Tv” e “Campania Press”. Ha collaborato e collabora con emittenti televisive regionali ed interregionali da oltre un ventennio (Capri Event, Telecapri News, Napoli Tivù). Tra i vari riconoscimenti figurano, per la sezione giornalismo, anche il Premio del concorso nazionale sulla legalità “Non tacerò” (anno 2016), il Premio Nazionale “Mario Fiore”, anno 2019, il Premio Internazionale “Liburia 2020” ed Il Premio “Città di Caivano 2022” (Leone d’Argento). Inoltre, nel maggio 2022 ha ricevuto la nomina di “Effettista Emerito” della contemporanea corrente pittorica italiana dell’Effettismo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here