Home Politica L’assessore Donesi offende pubblicamente il neo ministro ‘Mazziere di Merda’

L’assessore Donesi offende pubblicamente il neo ministro ‘Mazziere di Merda’

958
0
SHARE

La giunta di altissimo profilo del sindaco Enzo Falco continua a regalare momenti di altissimo stile, cultura e tanto altro.

L’ultima perla è del neo assessore Maria Donesi che pubblicamente definisce il neo ministro alla cultura ‘Mazziere di Merda’, tutto colorito da un colloquio pubblico con un altro ‘compagno’ che lo definisce ‘lota fascista’

Questo è il pezzo/denuncia pubblicato da Il Popolo Italiano, che tira in ballo anche il movimento cinque stelle e il neo deputato Pasqualino Penza, ex assessore con la Donesi.

“Mazziere di merda”. A Caivano l’assessore Mariella Donesi, insulta il neo ministro della cultura.

L’assessore Donesi venne già nominata in esecutivo dal sindaco Enzo Falco ad inizio mandato, ma dopo una segnalazione e il documento ufficiale del funzionario, il dott. Gennaro Sirico comunicò che vi erano tre politici con situazioni debitorie verso il comune di Caivano, nell’elenco vi era anche l’assessore Donesi che poi ebbe la revoca della nomina con l’azzeramento della giunta il 7 dicembre 2021.

Il sindaco Falco ad oggi non ha mai fatto nessuna comunicazione su quella vicenda, nè con documenti ufficiali, nè in consiglio comunale. Infatti prima del dicembre 2021 e del documento del funzionario Sirico la posizione andava verificata vista la dichiarazione di insussistenza cause di inconferibilità e incompatibilità al conferimento dell’incarico firmata in precedenza.

I post dei politici caivanesi comunque restano molto simpatici e a volte divertenti e sono ‘merce’ di scambio nei vari gruppi whatsapp cittadini.

Uno molto divertente è stato pubblicato sempre dall’assessore Donesi che pubblicamente con alcuni nomi del nuovo governo nazionale scriveva: ‘il nuovo che avanza’.

Post che è stato gettonatissimo, tra quelli più divertenti vista la maggioranza attuale di Caivano. Pochi giovani e tanti che hanno occupato cariche politiche quando si affollava la sala consiliare al castello medioevale.

Molti ora attendono che il sindaco Falco inviti l’assessore Donesi alle dimissioni immediate, vista la figuraccia che man mano si sta amplificando ed è arrivata già a Roma, al diretto interessato,  ma conoscendo l’attuale governo cittadino, come già avvenne per l’assessore Pierina Ariemma che offese pubblicamente il nostro blog e tutti i caivanesi definedole ‘pecore’, tutto finito nel dimenticatoio facendo finta di nulla, si procederà nel mutismo.

Caivano merita figure di spessore e di altissimo profilo, non si può permettere come spesso detto dall’assessore Pasquale Mennillo di lasciarsi andare pubblicamente a post pubblici, scadenti, di personaggi politici cittadini.

Comuque l’assessore Donesi ha compreso l’errore e in un nuovo post ha solo scritto ‘FASCISTI DI M…’ quindi con grande spirito di comprensione e di autoammonimento. E a Caivano c’è gente che si lamentava dei post del sindaco sulla pasta e patate con la provola o del vino o delle mele annurche…

Chissà cosa ne pensano i consiglieri di maggioranza?

 

Per restare sempre aggiornati sulle ultime notizie, iscriviti al nostro canale Telegram e seguici su Instagram
SHARE
Previous articleRegione Campania, fitti 2021, comunicazione sui pagamenti
Next articleDon Patriciello e la comunità del Parco Verde all’inaugurazione dell’associazione antiviolenza
Pasquale Gallo, nella comunicazione da più di vent’anni, ha studiato Marketing e Quality e cura diverse campagne pubblicitarie regionali. Giornalista pubblicista dal 2007, ha sempre scritto di sport, partendo da testate cartacee come Cronache di Napoli, Il Roma e Il Partenopeo, entrando nel web fondando Pianetanapoli nel 2006. Ad oggi oltre ad essere editore di Zona Calcio, portale e trasmissione radiofonica, collabora con TuttoCasertana e Capri Event Tv. Nel 2015 fonda IlgiornalediCaivano.it che non è solo un progetto editoriale, ma un vero punto di riferimento per l’intera cittadinanza con un continuo interagire attraverso email e social network.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here