Il Presidente De Luca in visita al Cardarelli 

0
223

 Il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca ha visitato ieri l’ospedale Cardarelli di Napoli. Nel corso della giornata il Governatore ha visitato la struttura del Pronto Soccorso e il reparto di Chirurgia di Urgenza, in entrambi i casi sono stati effettuati interventi di ristrutturazione e rifunzionalizzazione, utili a garantire una maggiore efficienza delle strutture e migliori standard di accoglienza ai pazienti.

In particolare, presso il Pronto Soccorso si è appena chiusa la seconda tranche di lavori che ha previsto un intervento di riorganizzazione degli spazi, utile a garantire una maggiore privacy ai pazienti ed una gestione migliore della attività assistenziale.

Dopo la visita ai reparti si è tenuto un incontro presso il Salone Moriello, durante il quale sono stati presentati i risultati dell’attività del Cardarelli degli ultimi 12 mesi.

 “Negli ultimi dodici mesi abbiamo registrato ottimi risultati grazie alla professionalità e la capacità del nostro personale ed a specifici interventi organizzativi, strutturali e tecnologici – spiega Antonio d’Amore, direttore generale del nosocomio napoletano – In molti casi medici, infermieri, operatori socio sanitari, tecnici ed amministrativi hanno fatto fronte con la competenza, l’abnegazione e con il proprio impegno all’insufficienza di personale. A tutti loro dobbiamo dire grazie, sapendo che dobbiamo ancora di più moltiplicare gli sforzi per metterli nelle condizioni di lavorare al meglio”.   

La strategia di miglioramento 

Negli ultimi dodici mesi presso il Cardarelli l’azione di miglioramento dell’assistenza, di potenziamento dell’offerta di servizi, di miglioramento della qualità e di umanizzazione delle cure si è articolata su diversi ambiti di intervento. Si è lavorato sul potenziamento del personale:

  • utilizzando le risorse disponibili per stabilizzare il personale a tempo determinato e acquisire nuove professionalità
  • modificando il monte ore di straordinario disponibile presso i reparti
  • premiando, per quanto possibile, il personale impegnato nelle aree dell’emergenza
  • riorganizzando le strutture organizzative mediante l’adozione del nuovo Atto Aziendale: il documento che assegna compiti e funzioni alle diverse Unità Operative
  • bandire nuovi concorsi

Sul fronte degli interventi edilizi si è lavorato sia per ristrutturare i reparti che richiedevano interventi più urgenti sia per portare avanti nuovi progetti di ampliamento e riorganizzazione degli spazi. Particolare attenzione è stata prestata al Pronto Soccorso e ad alcuni reparti presenti presso il Padiglione L che ospita il Dipartimento di Emergenza e Accettazione. Per il prossimo anno sono programmati investimenti rilevanti che permetteranno di avviare un processo radicale di ammodernamento delle strutture di degenza.

Per quanto concerne la qualità dell’assistenza, tutti gli indicatori che valutano in modo standard l’assistenza sanitaria evidenziano un trend in forte miglioramento: l’indice DRG (Diagnosis Related Group) medio che evidenzia la complessità dell’assistenza è in aumento, così come il numero complessivo di prestazioni erogate, mentre si assiste ad una riduzione della media dei giorni di degenza.

Anche sul fronte dell’innovazione, sono diverse le iniziative in corso con progetti di ricerca estremamente avanzati incentrati sull’Intelligenza Artificiale nella diagnostica per immagini, l’utilizzo del Metaverso per progetti di formazione a distanza, la sperimentazione di nuove metodiche assistenziali. Per quanto riguarda le tecnologie, oltre alla PET Tac che entrerà in funzione già nelle prime settimane del prossimo anno, si attende l’installazione di nuove tecnologie che permetteranno la possibilità di effettuare diagnosi più accurate e di aprire nuovi fronti terapeutici.

Per quanto concerne l’umanizzazione delle cure, è stato avviato un servizio di Terapia del Dolore trasversale all’intero ospedale per supportare i diversi reparti nella gestione delle pratiche mediche utili a ridurre il dolore percepito dai pazienti; è stato istituito il servizio di Psicologia Clinica per migliorare la gestione dei pazienti; si sta procedendo all’allestimento di 400 nuovi letti per garantire maggiore comfort ai pazienti.

In un’ottica di maggiore funzionalità e maggiore umanità nell’assistenza tutta l’area del Pronto Soccorso e della prima emergenza è stata oggetto di interventi organizzativi e strutturali finalizzati a garantire maggior comfort e privacy ai pazienti.

 

 

Previous articleIl comune anticamorra sciolto per infiltrazione camorristica
Next articlePaura a cimitero, lapide cade su una donna
Ha conseguito la laurea magistrale in Scienze della Comunicazione pubblica, d’impresa e pubblicità, presso l’Università degli Studi del Molise, la laurea magistrale in Scienze Motorie, presso l’Università degli Studi “Tor Vergata” di Roma e il Diploma Isef, presso l’Istituto Superiore di Educazione Fisica di Napoli. Tra le altre certificazioni ha conseguito anche il Master di I livello in Scienze della Comunicazione Pubblica. E’ giornalista pubblicista, iscritto all’Albo e all’Inpgi. Corrispondente del quotidiano nazionale “Il Mattino dal 1990”. Componente della Commissione Cultura dell’Ordine dei Giornalisti della Campania, docente e vicepreside negli istituti superiori di secondo grado. Ufficiale del corpo militare volontario della Croce Rossa Italiana. Addetto stampa per il Centro-Sud dell’Associazione Nazionale Militari della Croce Rossa Italiana. Già direttore responsabile, tra gli altri, dei periodici “Occhio sulla Città” e “Non solo Sport”. Ha collaborato con diverse testate giornalistiche (“Il Giornale di Napoli”, Roma, Napoli Metropoli, Idea Città, ecc.). Redattore delle testate online “Il Giornale di Caivano”, “Ergo Tv” e “Campania Press”. Ha collaborato e collabora con emittenti televisive regionali ed interregionali da oltre un ventennio (Capri Event, Telecapri News, Napoli Tivù). Tra i vari riconoscimenti figurano, per la sezione giornalismo, anche il Premio del concorso nazionale sulla legalità “Non tacerò” (anno 2016), il Premio Nazionale “Mario Fiore”, anno 2019, il Premio Internazionale “Liburia 2020” ed Il Premio “Città di Caivano 2022” (Leone d’Argento). Inoltre, nel maggio 2022 ha ricevuto la nomina di “Effettista Emerito” della contemporanea corrente pittorica italiana dell’Effettismo, mentre nel settembre 2023 gli è stato assegnato il Premio di riconoscimento alla carriera della XXIV edizione "The Grand Award to Excellence", per la sezione giornalismo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here