Antonio Trillicoso al Napoli Città Libro per il suo Cuori in comunità

0
360

Continua il successo dello scrittore Antonio Trillicoso che stamattina ha presentato il suo libro CUORI IN COMUNITÀ alla fiera dell’editoria NAPOLI CITTÀ LIBRO. La manifestazione culturale che si è svolta nella stazione marittima di Napoli dove erano presenti tutti gli editori del Sud e di altre località italiane.
Lo scrittore Trillicoso ha presentato il suo libro CUORI IN COMUNITÀ – storie di riscatto dell’anima, Giannini Editore.

Quattro storie di ragazzi che vivono in realtà eufemisticamente difficili e da famiglie disgregate sono accolti in una casa famiglia dove riescono attraverso un percorso interiore e i laboratori che gli vengono proposti di scoprire i propri talenti e di riscrivere il proprio futuro.

‘Sono felice di aver partecipato a questa importante appuntamento culturale – dice lo scrittore Antonio Trillicoso – è un’occasione per far conoscere ancora di più le tematiche che da sempre io tratto; periferia, riscatto, giovani’.
Trillicoso è anche un insegnante che da sempre sviluppa progetti, iniziative culturali che vedono protagonisti i ragazzi e giovani perché è convinto che bisogna dare delle opportunità a chi vive nelle nostre realtà così difficili e complicate.
Tra le tante iniziative svolte da Antonio Trillicoso ricordiamo il NON TACERÒ Social Fest, una manifestazione che vedi in primo piano i ragazzi che presentano lavori sulla legalità in un incontro con protagonisti della giustizia, della letteratura, dell’arte.

L’altra importante iniziativa è l’avere istituito la ‘Giornata dell’aeroplanino di carta e della libera espressione della fantasia’. Una “giornata” nata in seguito alla morte violenta della bambina del Parco Verde,  Fortuna.
“L’attenzione verso i ragazzi deve essere costante e continua -sottolinea ancora Antonio Trillicoso – non possiamo stare a guardare perché la realtà che circonda non solo Caivano ma tutti i comuni della provincia di Napoli definirla difficile è un eufemismo. Noi tutti educatori, istituzioni, associazioni, scuola dobbiamo darci da fare per dare non un futuro di migliore ma già da adesso un presente vivibile“.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here