Wimbledon, Paolini già nella storia vuole una nuova impresa

0
111

Jasmine Paolini sta vivendo un momento magico nel tennis e, per la sua prossima sfida contro Donna Vekic, si prevede grande equilibrio. Le quote sul tennis la vedono leggermente in vantaggio sulla croata, con un 2.29 contro 2.49. Differenze minime dunque fra le due tenniste, che si sono affrontate in tre circostanze, con l’italiana in vantaggio per 2-1: Paolini ha infatti vinto a Montreal nel 2023 e a Cincinnati nel 2021, mentre Vekic si è imposta a Courmayer, sempre nel 2021.

Paolini ha scritto una pagina storica del tennis femminile italiano diventando la prima azzurra a raggiungere la semifinale a Wimbledon. Il suo percorso è stato impressionante: dopo aver concesso un break iniziale a Emma Navarro, Paolini ha dominato il quarto di finale con un netto 6-2 6-1 in meno di un’ora di gioco. Questo successo non solo la porta in semifinale, ma le garantisce anche un posto nella top-five della classifica WTA, un traguardo che non veniva raggiunto da un’italiana da quasi undici anni, con Sara Errani che fu l’ultima nell’agosto del 2013.

La sfida con Donna Vekic, numero 37 del ranking, rappresenta un nuovo ostacolo, ma anche un’opportunità per Paolini di continuare a sognare. La croata non sarà un’avversaria facile, ma il momento di forma e la determinazione mostrati da Jasmine finora fanno ben sperare. La tennista toscana, originaria di Castelnuovo Garfagnana, ha mostrato una crescita costante negli ultimi anni, e questa semifinale è la conferma del suo duro lavoro e talento.

Il percorso di Paolini a Wimbledon è stato caratterizzato da vittorie convincenti. Dopo aver superato avversarie di alto livello, il suo gioco si è fatto sempre più solido e incisivo. La vittoria contro Navarro è stata particolarmente significativa non solo per il punteggio netto, ma anche per la qualità del tennis espresso. Paolini ha dominato con una varietà di colpi e una precisione che hanno lasciato poco spazio all’avversaria.

Nonostante l’uscita prematura di Sinner dalla competizione, l’Italia può dunque sognare al femminile grazie a un’atleta che negli ultimi mesi ha registrato una crescita davvero eccellente.

 

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here