Simone Monopoli a Julie News: un tavolo per togliere le “ecoballe”

3
1894

10247380_344322492443552_1344951310156051782_nCAIVANO – Simone Monopoli negli studi di Julie Italia parlerà dei problemi di Caivano: “Un tavolo con Regione e Governo per bonificare il territorio dalle “balle” di monnezza” del Pd”


Il candidato a sindaco di Caivano, Simone Monopoli, sarà ospite negli studi dell’emittente televisiva “Julie Italia” durante la trasmissione “15 minuti con…”, trasmessa anche in streaming dal sito www.julienews.it, per parlare dei problemi di Caivano e dell’imminente campagna elettorale.

Tra i temi prioritari da affrontare c’è quello dell’emergenza ambientale che rappresenta una piaga per il territorio. Soprattutto le balle di spazzatura stoccate nel cuore della zona industriale di Pascarola che rappresentano un’imponente emergenza ambientale mai affrontata con serietà e decisione. “E’ assurdo – spiega Simone Monopoli – che nella zona industriale di Caivano, a Pascarola per la precisione, gli imprenditori siano costretti da anni ad operare in un’area trasformata dal centrosinistra in una mega discarica di rifiuti a cielo aperto. Tra inquinamento e un odore nauseabondo che si diffonde fino al centro cittadino, il contesto è davvero inquietante. Con tutte le conseguenze del caso per la salute della comunità caivanese. La bonifica di quell’area e l’impegno di portare via da Caivano le “balle del Pd” rappresentano due punti fondamentali dell’azione politica della mia coalizione. Appena eletto chiederò alla Regione e al Governo un tavolo tecnico per affrontare una vera e propria emergenza dimenticata da tutti. Caivano non sarà più la discarica della Campania. Pretenderemo lo stanziamento di risorse ed un cronoprogramma per liberare la città dall’immondizia e dall’inquinamento. E’ un dovere nel rispetto della salute dei cittadini e pure degli imprenditori che hanno creduto nelle potenzialità del nostro territorio, hanno investito denaro fresco portando economia e occupazione a Caivano, e come premio si sono ritrovati ad operare in un’area trasformata in discarica di rifiuti grazie alle scelte scellerate del centrosinistra regionale con l’avallo e la responsabilità dei vertici locali. Su questo tema non faremo sconti e non accetteremo mediazioni. Caivano dev’essere bonificata e sia la Regione che il Governo non possono far finta di nulla. Mobiliterò tutti gli organi di informazione, partendo dalle televisioni regionali, perché questo scandalo deve diventare un tormentone fino a quando i cittadini di Caivano non avranno giustizia e rispetto”.

Previous articleCOLPO DI SCENA\Nino Navas abbandona la competizione politica caivanese…
Next articleCAIVANO\Ecco il discorso di Navas…
Francesco Celiento, giornalista dal 1997, diventa pubblicista a soli 22 anni scrivendo il suo primo articolo nel 1992. Inizia a collaborare con quotidiani come "Il Giornale di Napoli" "Il Roma", "Cronache di Napoli" come corrispondente locale di cronaca nera, bianca e sport. Può vantare diverse collaborazioni nel corso della sua carriera, con i giornali: "Napoli Metropoli", "Ideacittà", "Cogito", "Non solo sport", "Freepress", "L'orizzonte", "Città del fare News". Ha lavorato come addetto stampa del comune di Caivano (2004) e di Frattamaggiore (2006); si è inoltre occupato di rassegne stampa nel mondo della moda e dei concorsi di bellezza (Miss Italia, Miss Mondo). Collabora con il Giornale di Caivano dal 2015, anno in cui insieme a Pasquale Gallo, ha fondato il blog. Da pochi mesi è addetto stampa dell'osservatorio per la legalità di Scampia. Ha avuto diversi riconoscimenti alla carriera, come il Premio Giornalistico "Don Gaetano Capasso" e la menzione speciale, come giornalista locale, per il Premio Eccellenze di Caivano nel 2017.

3 COMMENTS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here