Ad Acerra rimosse 21mila tonnellate di ecoballe, in programma anche Caivano per 4000mila

0
1467

Sono state rimosse le 21mila tonnellate di rifiuti che erano stoccate nella piazzola numero 7 del sito di stoccaggio di Pantano di Acerra sin dai tempi dell’emergenza.” Lo comunica l’assessore all’Ambiente della Regione Campania Giovanni Romano.

“I rifiuti sono stati rimossi grazie all’impegno della società A2A che li ha poi conferiti, con la collaborazione della società provinciale di Napoli Sap.NA, all’impianto STIR di Caivano per consentire il successivo smaltimento finale al termovalorizzatore di Acerra.

 “Tale attività è resa possibile dall’accordo sottoscritto tra Regione Campania, Unità tecnico-amministrativa e Comune di Acerra. Proseguiremo ora con lo svuotamento delle restanti due piazzole per circa 60mila tonnellate di rifiuti imballati: la procedura prevede la loro caratterizzazione da parte dell’Arpac per consentire l’invio all’impianto di Acerra.

 “Liberiamo così la Campania dall’annoso problema delle cosiddette ecoballe che rappresentano anche il principale elemento di preoccupazione dell’Europa nell’ambito della procedura d’infrazione. Le attività della Regione  stanno interessando diversi siti: Cantariello, nel Comune di Casoria, dove ormai da una settimana è iniziata la fase propedeutica di caratterizzazione per l’avvio alla rimozione di circa 8000 tonnellate rifiuti;  Eurowaste, nel Comune di Caivano, con circa 4000 tonnellate di rifiuti, in attesa di aggiudicazione finale dell’intervento; Coda di Volpe a Eboli dove restano 7mila tonnellate di rifiuti e si è in attesa della pubblicazione del bando da parte di Ecoambiente; Pianodardine, nel comune di Avellino, dove subito dopo le analisi di caratterizzazione si avvieranno a smaltimento circa 7mila tonnellate di rifiuti imballati; Toppa Infuocata nel Comune di Fragneto Monforte, con l’avvio della rimozione da parte della Sogesid di circa 6000 tonnellate di rifiuti oggetto degli  incendi nel 2014; Pietra Rossa, nel Comune di Terzigno, dove insistono 1000 tonnellate di rifiuti che saranno rimosse a cura di Sap.NA”, conclude Romano.

Il sud online

Previous articleDopo D.Mosca-Napoli, muore Pasquale D’Angelo
Next articleIl Comune stacca la corrente e chiude il liceo scientifico Braucci
Pasquale Gallo, nella comunicazione da più di vent’anni, ha studiato Marketing e Quality e cura diverse campagne pubblicitarie regionali. Giornalista pubblicista dal 2007, ha sempre scritto di sport, partendo da testate cartacee come Cronache di Napoli, Il Roma e Il Partenopeo, entrando nel web fondando Pianetanapoli nel 2006. Ad oggi oltre ad essere editore di Zona Calcio, portale e trasmissione radiofonica, collabora con TuttoCasertana e Capri Event Tv. Nel 2015 fonda IlgiornalediCaivano.it che non è solo un progetto editoriale, ma un vero punto di riferimento per l’intera cittadinanza con un continuo interagire attraverso email e social network.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here