Afragola, spara sui vicini. Ferisce otto persone per un cancello lasciato aperto

0
1425

Spari contro la gente. Colpi da una finestra sulla strada. Napoli torna a tremare, dopo la strage di Miano. un ex guardia giurata imbraccia un fucile da caccia e spara contro i condomini per un cancello lasciato aperto. Otto feriti, tra dui due bambini e un ragazzino.

Marco Castiello, di 76 anni, ex guardia giurata, incensurato, poco dopo mezzanotte si affaccia dal balcone del suo appartamento, ad Afragola, e nota che il cancello non è stato chiuso. L’anziano aveva più volte denunciato il rischio di furti di auto in zona. L’anziano prima inizia a urlare poi imbraccia un fucile da caccia e comincia a sparare. Ferisce otto vicini di casa, fra i quali tre minori. Nessuno dei feriti è in gravi condizioni.

L’uomo poi fugge, ma viene rintracciato e bloccato da polizia e carabinieri e viene portato in Questura a Campobasso.

I feriti: I feriti sono quattro minori, una bambina di sette, un bambino di 11, due adolescenti, oltre a un ragazzo di 21 e tre donne di 26, 37 e 55 anni. Per nessuno di loro la prognosi supera i 10 giorni.

Il movente: La follia si è scatenata, intorno all’una di notte, in via Ciaramella, ad Afragola, per un portone  lasciato aperto che infastidiva Casteillo perchè permetteva a chiunque, a suo dire, di entrare nel cortile e parcheggiare l’auto.

Fugge e non si pente: Subito dopo gli spari, l’uomo è fuggito tentando di far perdere le sue tracce ma è stato successivamente rintracciato e bloccato dai carabinieri del nucleo investigativo di Castello di Cisterna e di Napoli e dagli uomini della squadra mobile della Questura di Napoli. Sul luogo della sparatoria sono intervenuti gli investigatori della polizia Scientifica di Napoli. Anche dopo essere stato bloccato,
Marco Castiello non ha manifestato alcun pentimento per aver sparato colpendo sei persone, per fortuna non gravemente. Agli uomini del commissariato di Afragola, guidati dal vice questore Sergio Di Mauro, ha ribadito: “Ho ragione io”.

Le accuse: Marco Castiello è accusato di tentato omicidio aggravato plurimo. Polizia e carabinieri gli hanno sequestrato il fucile Franchi cal.12 con un colpo in canna, 10 cartucce e una piccola mannaia.

Repubblica.it

Previous articleSmarrito un cane a Caivano, i proprietari chiedono aiuto
Next articleElezioni Caivano 2015. Ecco i video delle interviste ai candidati.
Pasquale Gallo, nella comunicazione da più di vent’anni, ha studiato Marketing e Quality e cura diverse campagne pubblicitarie regionali. Giornalista pubblicista dal 2007, ha sempre scritto di sport, partendo da testate cartacee come Cronache di Napoli, Il Roma e Il Partenopeo, entrando nel web fondando Pianetanapoli nel 2006. Ad oggi oltre ad essere editore di Zona Calcio, portale e trasmissione radiofonica, collabora con TuttoCasertana e Capri Event Tv. Nel 2015 fonda IlgiornalediCaivano.it che non è solo un progetto editoriale, ma un vero punto di riferimento per l’intera cittadinanza con un continuo interagire attraverso email e social network.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here