L’avvocato Acerra smentisce: non ho mai abbandonato Monopoli nè la lista Noi Insieme

0
1651

Egregio giornalista Francesco Celiento,

mi corre l’obbligo di smentire il contenuto sia dell’articolo che Lei ha pubblicato il 18 giugno 2015 su “il giornale di Caivano”, intitolato “prime grane per Monopoli. Acerra: no alla logica del manuale Cencelli”, sia l’articolo pubblicato sul periodico Caivano press n.14, del 27 giugno 2015, dal titolo “l’avvocato Acerra e altre persone abbandonano Monopoli e la lista Noi Insieme si spacca”.

In particolare, con riferimento al primo articolo, lei ha utilizzato un post che ho pubblicato sulla mia pagina facebook, utilizzo che, nei termini di legge, non so se sia lecito ai fini giornalistici. Anche se fosse lecito, non Le consento in alcun modo di strumentalizzare il mio pensiero a fini di polemica giornalistica. Nello stesso articolo, lei faceva maliziosamente allusione a un cosiddetto “manuale Cencelli” nella composizione della giunta comunale, espressione che non ho mai utilizzato e che, comunque, esula completamente dal mio pensiero. Tale espressione, in definitiva, è il frutto esclusivo della sua fantasia giornalistica.

In relazione al secondo articolo, che riprende il primo, non ho mai “abbandonato Monopoli”, né mi risulta che gli amici architetti Francesco Monticelli e Luca Vitale e la dottoressa Lella Albino abbiano “abbandonato” il Sindaco e la lista “Noi Insieme”.

Da parte mia, come libero cittadino, ribadisco il pieno e convinto sostegno a chi vuole dare un governo sano alla nostra città negli interessi esclusivi della collettività.

La invito e diffido a non pubblicare più notizie prendendo spunto dalla mia pagina facebook e strumentalizzando completamente il mio pensiero. Più in generale, è buon costume non coinvolgere  persone senza averne avuto, preventivamente, l’autorizzazione.

La invito a pubblicare subito questa smentita sia sul predetto giornale on line sia sul citato Periodico, dando alla stessa, come stabilito dalla legge, uguale risalto giornalistico e di spazio degli articoli che qui si smentiscono. In caso di Suo inadempimento, sarò costretto a denunciare il Suo comportamento alle autorità competenti.

Mi permetta, infine, di esortarLa a una maggiore correttezza deontologica per il futuro.

 

 

Previous articleMaggioranza, in corso riunione decisiva per decidere gli assessori
Next articleCaivano: 1 edizione di ‘Voce ‘e notte band’, grande riscontro in piazza
Francesco Celiento, giornalista dal 1997, diventa pubblicista a soli 22 anni scrivendo il suo primo articolo nel 1992. Inizia a collaborare con quotidiani come "Il Giornale di Napoli" "Il Roma", "Cronache di Napoli" come corrispondente locale di cronaca nera, bianca e sport. Può vantare diverse collaborazioni nel corso della sua carriera, con i giornali: "Napoli Metropoli", "Ideacittà", "Cogito", "Non solo sport", "Freepress", "L'orizzonte", "Città del fare News". Ha lavorato come addetto stampa del comune di Caivano (2004) e di Frattamaggiore (2006); si è inoltre occupato di rassegne stampa nel mondo della moda e dei concorsi di bellezza (Miss Italia, Miss Mondo). Collabora con il Giornale di Caivano dal 2015, anno in cui insieme a Pasquale Gallo, ha fondato il blog. Da pochi mesi è addetto stampa dell'osservatorio per la legalità di Scampia. Ha avuto diversi riconoscimenti alla carriera, come il Premio Giornalistico "Don Gaetano Capasso" e la menzione speciale, come giornalista locale, per il Premio Eccellenze di Caivano nel 2017.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here