Caivano, evade dai domiciliari, preso dai carabinieri: condannato ad 8 mesi

0
2090

CAIVANO – Era agli arresti domiciliari perchè accusato di rapina e spaccio. Ma un pregiudicato caivanese di 28 anni, P.A., è evaso lo stesso dal rione Iacp dove abitava. Domenica sera, però, una pattuglia dei carabinieri di Caivano, comandati dal tenente Aldo Di Foggia, l’ha notato mentre passeggiava tranquillamente per le strade del centro della città; i militari sono intervenuti subito ed hanno sottoposto il 28enne al fermo di polizia giudiziaria per il reato di evasione dagli arresti domiciliari. Stamane (lunedì 27 luglio) processato per direttissima, in quanto colto in flagranza di reato, è stato condannato dal giudice monocratico del Tribunale di Napoli Nord a 8 mesi di carcere più il pagamento delle spese processuali.

Previous articleSabato scorso nuovo incidente stradale a Caivano
Next articleGiovedì sera disinfestazione a Caivano
Francesco Celiento, giornalista dal 1997, diventa pubblicista a soli 22 anni scrivendo il suo primo articolo nel 1992. Inizia a collaborare con quotidiani come "Il Giornale di Napoli" "Il Roma", "Cronache di Napoli" come corrispondente locale di cronaca nera, bianca e sport. Può vantare diverse collaborazioni nel corso della sua carriera, con i giornali: "Napoli Metropoli", "Ideacittà", "Cogito", "Non solo sport", "Freepress", "L'orizzonte", "Città del fare News". Ha lavorato come addetto stampa del comune di Caivano (2004) e di Frattamaggiore (2006); si è inoltre occupato di rassegne stampa nel mondo della moda e dei concorsi di bellezza (Miss Italia, Miss Mondo). Collabora con il Giornale di Caivano dal 2015, anno in cui insieme a Pasquale Gallo, ha fondato il blog. Da pochi mesi è addetto stampa dell'osservatorio per la legalità di Scampia. Ha avuto diversi riconoscimenti alla carriera, come il Premio Giornalistico "Don Gaetano Capasso" e la menzione speciale, come giornalista locale, per il Premio Eccellenze di Caivano nel 2017.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here