Il comune di Caivano assume un dipendente per l’ufficio di staff del sindaco, domande entro il 6 agosto

1
3445

L’ Amministrazione indice una procedura ad evidenza pubblica per la raccolta di curricula professionali finalizzata al conferimento di n. 1 (uno) incarichi specialistici a tempo determinato,    ai   sensi dell’art. 90 del D.Lgs. n. 267/2000, con profilo professionale di “Istruttore Direttivo”, Cat. D1, da collocare nell’Ufficio di staff del Sindaco.  L’incarico si concretizzerà in un rapporto di lavoro a tempo pieno e determinato decorrente dalla stipula del contratto e fino alla scadenza del mandato del Sindaco pro- tempore.  Il Sindaco ha rappresentato l’esigenza di disporre di personale di fiducia e precisamente di una unità che lo supporti   nell’elaborazione ed attuazione delle politiche pubbliche, curi le connesse attività di comunicazione, i processi partecipativi con la cittadinanza e le istituzioni locali, svolga attività di raccordo tra il vertice politico ed amministrativo e supporti il Sindaco anche al fine di conoscere le opportunità di finanziamento a livello regionale, nazionale ed europeo e per creare le condizioni per potervi accedere, sia addetto alle relazioni interne ed esterne e che  curi i rapporti con i gruppi consiliari, i partiti politici;  che curi l’attività diretta a informare la collettività sugli obiettivi, programmi, iniziative e realizzazioni dell’Amministrazione comunale, sia attraverso propri strumenti, sia con rapporti diretti con i rappresentanti della stampa locale e nazionale mediante comunicati stampa.
REQUISITI PER L’AMMISSIONE ALLA  SELEZIONE

Per l’ammissione alla procedura di selezione è richiesto il possesso dei seguenti requisiti generali che devono essere posseduti alla data di scadenza del termine di presentazione della domanda di  partecipazione e dichiarati ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. n.  445/2000:

1. Cittadinanza italiana oppure la cittadinanza di uno degli Stati membri dell’Unione europea, ai sensi dell’art. 38 del D. Lgs. n. 165/2001 e D.P.C.M. n. 174/1994 e negli altri casi previsti dalla normativa  vigente;

2. Godimento dei diritti di elettorato attivo;

3. Idoneità fisica all’impiego, facoltativamente accertata dall’Amministrazione all’atto dell’assunzione fatta salva la tutela per i diversamente abili di cui alla legge n.104/1992;

4. Regolare posizione nei riguardi degli obblighi di leva (per i candidati maschi);

5. Non essere interdetti o sottoposti a misure che escludano secondo le leggi vigenti dalla nomina agli impieghi presso le pubbliche amministrazioni;

6. Non essere stato destituito, dispensato o licenziato dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento ovvero non essere stato dichiarato decaduto da un impiego statale;

7. Non essere stato condannato con sentenza passata in giudicato per reati che risultino, ad insindacabile giudizio dell’Amministrazione, incompatibili con l’assunzione.

La valutazione di incompatibilità verrà condotta alla luce dei seguenti criteri:

1) titolo di reato;

2) attualità o meno del comportamento negativo;

3) tipo ed entità della pena inflitta;

Sono inoltre ritenute incompatibili con l’assunzione, senza necessità di alcuna valutazione e pertanto comporteranno l’esclusione:

1) le condanne per reati che danno luogo all’applicazione dell’art. 32 quinquies del codice penale;
2) le condanne per reati che comportano l’interdizione perpetua dai pubblici uffici;

3) le condanne per uno dei reati di cui all’art. 58, comma 1, lett. a), b), c), d) del d.lgs. 18/8/2000 n. 267;

4) l’applicazione, con un provvedimento definitivo, di una misura di prevenzione ai sensi dell’art. 58, comma 1, lettera e) del d.lgs. 18/8/2000 n. 267;

5) le condanne non definitive di cui all’art. 59, comma 1, lettere a), b), del d.lgs. 18/8/2000 n. 267;

6) l’applicazione, con provvedimento non definitivo, di una misura di prevenzione ai sensi dell’art. 59, comma 2, lett. c) del d.lgs. 18/8/2000 n.267;

7) le condanne non definitive ed i rinvii a giudizio che, ai sensi della legge 27 marzo 2001 n. 97, diano luogo a sospensione dal servizio o trasferimento.

Le sentenze previste dall’art. 444 del codice di procedura penale sono equiparate a condanna ai fini dell’applicazione del presente bando se: – intervenute a partire dal 13 ottobre 2000 per le ipotesi di cui ai numeri 3) e 5); – intervenute a partire dal 6 aprile 2001 negli altri casi. 8.

Essere in possesso di uno dei seguenti titoli di studio:

– Diploma di Laurea secondo il previgente ordinamento in Giurisprudenza, Scienze Politiche o in Economia e Commercio e lauree equiparate ex D.M. 09.07.2009; la dichiarazione del possesso di un diploma di laurea equipollente ad uno di quelli innanzi elencati deve riportare anche gli estremi della norma che stabilisce l’equipollenza; 9. Di avere conoscenza dell’uso delle applicazioni informatiche più diffuse, office, posta elettronica e internet.
TERMINI E MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLE  DOMANDE

La partecipazione alla selezione avviene mediante presentazione di domanda in carta  semplice,  redatta secondo lo schema allegato al presente avviso, riportante tutte le indicazioni e i dati in essa    contenuti. I candidati nella domanda di partecipazione alla selezione, debitamente sottoscritta, dovranno autocertificare sotto la propria responsabilità il possesso dei requisiti prescritti e dichiarati. Alla domanda dovrà, inoltre, essere allegato, pena l’esclusione, il  curriculum  vitae,  debitamente         sottoscritto, che dovrà contenere l’esplicita enunciazione dei titoli di studio posseduti, delle attività svolte, dell’esperienza professionale  acquisita. In calce alla domanda ed al curriculum vitae dovrà essere apposta la firma in originale e per esteso   del candidato, senza necessità di  autenticazione. Alla domanda ed al curriculum dovrà essere allegata, pena l’esclusione, una copia di un documento di riconoscimento in corso di validità  legale. Nella domanda dovrà, altresì, essere indicato l’indirizzo e-mail dove saranno trasmesse in via esclusiva eventuali comunicazioni inerenti la procedura. La domanda, con accluso curriculum e copia del documento di riconoscimento, dovrà essere indirizzata al Sindaco del Comune di Caivano e spedita con le seguenti   modalità:  tramite raccomandata A/R in busta chiusa recante l’indicazione “Avviso pubblico per il conferimento incarichi specialistici ufficio di staff del Sindaco — Categoria D “;  consegna a mano, direttamente all’ufficio protocollo del Comune, anche senza busta;  tramite PEC, al seguente indirizzo: protocollo.caivano@asmepec.it

Il termine per la presentazione delle domande è fissato in giorni 10 (dieci) dalla pubblicazione del presente avviso all’Albo Pretorio del Comune e, pertanto, le domande dovranno pervenire al Comune di Caivano entro le ore 12,00 del 06 agosto 2015. I soggetti che inviano la domanda attraverso il servizio postale assumono ogni responsabilità circa l’arrivo o meno del plico presso il protocollo del Comune entro la  data  sopra  indicata. L’Amministrazione non assume alcuna responsabilità per la dispersione delle domande o di           comunicazioni dipendenti da inesatta indicazione del recapito da parte dei candidati oppure da     mancata o tardiva comunicazione del cambiamento dell’indirizzo indicato nella domanda, né per eventuali disguidi postali o telegrafici o comunque imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o forma    maggiore.
VALUTAZIONE DEI CURRICULA E SCELTA DEI  CANDIDATI

Alla valutazione dei curriculum provvederà direttamente il Sindaco il quale, individuerà con propria disposizione “intuitu personae” (Corte dei conti               Sez. Autonomie n. 6/AUT/2008 del 14/03/2008; Corte dei Conti, sezione prima giurisdizionale centrale, sentenza n. 785/2012/A del 6 dicembre 2012) i candidati in possesso dei requisiti richiesti cui  conferire l’incarico. L’apprezzamento dei curriculum avverrà attenendosi ai principi di evidenziazione dello spessore culturale e formativo e delle esperienze lavorative dei candidati, nonché del rapporto fiduciario da instaurare.
La selezione è intesa esclusivamente ad individuare la parte contraente legittimata alla   stipula del con- tratto individuale di lavoro subordinato a tempo determinato e, pertanto, non dà luogo alla formazione di alcu-  na graduatoria di merito comparativo. Inoltre, la selezione per il conferimento dell’incarico in argomento non assume caratteristiche   concorsuali e non determina alcun diritto al posto da  ricoprire. L’acquisizione delle candidature non comporterà l’assunzione di alcun obbligo specifico da parte del Comune di Caivano, né comporterà l’attribuzione di alcun diritto dei candidati in ordine all’eventuale assunzione.
TRATTAMENTO  ECONOMICO Sarà applicato il trattamento giuridico ed economico del personale di Categoria D1 previsto dal CCNL Comparto Autonomie Locali. Si aggiungono altresì il rateo della tredicesima mensilità ai sensi di legge  e la quota mensile spettante di indennità di comparto dovuta per  legge. L’Amministrazione, ai sensi dell’art. 90, comma 3, del D.Lgs. n. 267/2000 con deliberazione della Giunta comunale si riserva di attribuire una indennità ad personam, sostitutiva del trattamento    economico accessorio e comprensiva dei compensi per lavoro straordinario, per la produttività collettiva e per la qualità della prestazione individuale, in relazione alle prestazioni individuali richieste .

1 COMMENT

  1. chiamiamo le cose per nome e cognome, ma quale selezione pubblica ,questa sarà una assunzione senza possibilità di scelta , o meglio la scelta è unica ed è gia decisa quindi smettetela di scrivere scicchezze chi ha il coraggio tiri fuori il nome e basta e chi sbaglia paghi!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here