Emione controribatte a Ponticelli: non rispondi sui quesiti chiave

0
2226

EMIONECAIVANO – E’ battaglia verbale fra la maggioranza di Monopoli, rappresentata dal consigliere di Forza Italia Gaetano Ponticelli, e l’opposizione di cui il consigliere Emione (foto sopra) ha diffuso un comunicato stampa al vetriolo contro l’amministrazione, che abbiamo pubblicato integralmente qualche giorno fa. Dopo la replica del consigliere ex Udc e ed ex giunta Falco Gaetano Ponticelli, adesso transitato sul carro di Monopoli, l’architetto Emione controribatte con questa intervista.

Dopo il manifesto lei è stato duramente attaccato dal capogruppo di Forza Italia, cosa replica?

Il capogruppo di Forza Italia, Gaetano Ponticelli, si arrampica sugli specchi. Ha replicato male solo ad una minima parte di problemi e non sono stato risposto. Poi ha replicato solo lui, gli altri capigruppo non sono intervenuti. Quella che chiamano garetta fatta dal commissario prefettizio dott. Contarino e dal funzionario comunale DE Lucia era una gara vera, ma è stata annullata, per dare una proroga alla stessa ditta.

Ma è vero che il suo manifesto dice bugie?

Vedremo in Consiglio chi sono i bugiardi. E’ uscita una sentenza del Consiglio di Stato che ha fatto emergere il dilettantismo di quest’amministrazione. Infatti, è stata sospesa l’efficacia del provvedimento 30 aprile 2015 n. 32 dell’Autorità nazionale anticorruzione che aveva bocciato la centrale di committenza costituita dall’Asmel. Significa che anche la gara fatta dal Commissario era valida e che invece oggi la proroga è illegittima. Hanno cambiato il funzionario per fare un pasticcio. Mi complimento con funzionario De Lucia perché aveva visto giusto, invece l’hanno costretto a dimettersi.

Si dice che Cantone abbia annullato la gara

Tutte sciocchezze. L’anticorruzione non ha mai menzionato Caivano. Non credo che il Commissario volesse fare un atto contrario alle delibere del magistrato dott. Cantone. Il Commissario garantiva la legalità. Comunque la gara era stata fatta andava salvata invece di fare pasticci e soprattutto di aumentare i costi. Poi vedremo se la Prefettura e l’Anac saranno d’accordo sugli atti dell’amministrazione.

Allora lei conferma il contenuto del manifesto?

Certo. E’ vero che per fare la gara europea si è dato incarico ad un avvocato per 20 mila euro?

E’ vero che in pianta organica abbiamo 2 avvocati e molti tecnici e si potevano risparmiare questi soldi? A me pare di si, forse il capogruppo di Forza Italia non ha letto le determine. Su questo non mi ha risposto.

E’ vero che il dott. Coppola nuovo responsabile del settore ambiente non ha le competenze adatte visto che ha chiamato un consulente per 20 mila euro? A che serve un avvocato esterno?

E’ vero che il servizio di espurgo caditoie è stato affidato alla Buttol e nonostante questo si sono fatte determine a ditte esterne? A me pare di si, come sempre il capogruppo di Forza Italia non ha letto le determinazioni. Infatti, su questo non mi ha risposto.

E’ vero che il servizio “verde Pubblico” è stato affidato alla Buttol ed invece si pagano anche ditte esterne? A me pare di si, ancora il capogruppo di Forza Italia non ha letto nulla. Infatti, nemmeno su questo mi hanno risposto.

E’ vero che non c’è una gara per il recupero dell’amianto? E’ colpa della vecchia amministrazione? E perché non l’hanno ancora fatta?

Credo che il capogruppo di Forza Italia debba amministrare il paese invece di difendere l’indifendibile. Invece di polemizzare con la minoranza si occupi dei problemi. E stia attento a come la sua amministrazione spende i soldi dei cittadini.  Lo sa che è aumentato il costo dei blocchetti per la mensa?

Io qualcosa l’ho letta: per esempio che c’è stata una proroga per il servizio mensa di oltre 400 mila euro poi c’è stata una proroga della pulizia di locali comunali per 90 mila euro.

E’ sempre colpa della vecchia amministrazione?

Per strada vi sono cartelli che informano della videosorveglianza. Le telecamere ci sono? Funzionano? Stavolta è colpa della Regione. Ogni volta c’è un colpevole diverso. Invece di risolvere i problemi si cercano colpevoli.

Insomma, non è mai colpa loro. Per quanto tempo dovranno incolpare gli altri?

Il capogruppo di Forza Italia pensi a governare. Il suo partito sta sperperano i soldi pubblici. Si vada a leggere le determine del settore del suo assessore.

Se sono tutte bugie perché non mi denunciano?

E’ falso che per fittare 100 sedie si siano spesi 1000 euro?… Se le compravano spendevano meno.

E’ falso che si siano spesi 1400 euro di riparazione per un’auto che non vale 300 euro?

Poi è veramente fantasioso dire che l’opposizione è spaccata. A parte che non è vero, tant’è che sulla mensa abbiamo proposto insieme un ordine del giorno, invece, sembra che la maggioranza cada a pezzi.

Ma la minoranza è spaccata?

Se assumo iniziative politiche con il mio partito non significa che siamo spaccati come minoranza. E comunque il Pd ha apprezzato l’impegno.  Evidentemente in una maggioranza di partiti a gestione familiare hanno difficoltà a capire la politica. Noi abbiamo veri segretari di partito.

E la maggioranza?

Proprio Forza Italia ha perso uno storico consigliere come Castelli. Gaetano Ponticelli di Forza Italia ha parlato di un litigio per una questione di posti in commissione. Al primo consiglio comunale, il consigliere Mellone non è venuto in Aula, perché aspirava a fare il presidente. E c’è stato un litigio. Lo sanno tutti. Il sindaco ha litigato con il consigliere Frezza. E tutti sanno che il Bilancio non è stato votato da tutta la maggioranza. Come tutti hanno letto le critiche dell’avvocato Acerra subito dopo le elezioni. L’avvocato era tra i più vicini al sindaco. Sono spaccati loro e siamo solo all’inizio, mai un’amministrazione era stata così polemica. I consiglieri di Monopoli non si fidano l’uno dell’altro.

Pure sulle commissioni hanno litigato ed è dovuto intervenire il sindaco. E noi dell’opposizione presenti abbiamo dovuto vedere come litigavano per le presidenze…# pure con monopoli è sempastessa storia

 

Previous articleCaivano, costituita la consulta ambientale, ecco i nomi…
Next articleA CAIVANO IL FORUM INTERNAZIONALE SUI RIFIUTI POLIECO
Francesco Celiento, giornalista dal 1997, diventa pubblicista a soli 22 anni scrivendo il suo primo articolo nel 1992. Inizia a collaborare con quotidiani come "Il Giornale di Napoli" "Il Roma", "Cronache di Napoli" come corrispondente locale di cronaca nera, bianca e sport. Può vantare diverse collaborazioni nel corso della sua carriera, con i giornali: "Napoli Metropoli", "Ideacittà", "Cogito", "Non solo sport", "Freepress", "L'orizzonte", "Città del fare News". Ha lavorato come addetto stampa del comune di Caivano (2004) e di Frattamaggiore (2006); si è inoltre occupato di rassegne stampa nel mondo della moda e dei concorsi di bellezza (Miss Italia, Miss Mondo). Collabora con il Giornale di Caivano dal 2015, anno in cui insieme a Pasquale Gallo, ha fondato il blog. Da pochi mesi è addetto stampa dell'osservatorio per la legalità di Scampia. Ha avuto diversi riconoscimenti alla carriera, come il Premio Giornalistico "Don Gaetano Capasso" e la menzione speciale, come giornalista locale, per il Premio Eccellenze di Caivano nel 2017.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here