Suasco con una grande volata vince l’80^ Coppa Caivano di ciclismo, il presidente Russo non sale sul palco a premiare

1
2466

volata vincetedi FRANCESCO CELIENTO

CAIVANO – Una volata a due ha deciso l’esito della Coppa Caivano di ciclismo, gara riservata alla categoria Allievi, cui hanno preso parte un’ottantina di ciclisti provenienti da tutta Italia. Ha vinto con uno splendido sprint finale a due (nella foto sopra, scattata da Ugo Cerrito, l’arrivo) il potentino Alessandro Suasco che ha preceduto di nemmeno un metro sulla linea del traguardo, sito fuori la sede della Boys Caivanese, il romano Matteo Prata, entrambi hanno appena 16 anni. A vincere la volata sul gruppo, distanziato di 40 secondi, è stato Simone Di Pietro, a seguire in ordine d’arrivo Salvatore Mennella, Juri Passa, Lorenzo Berti, Luigi Acampora, Paolo Rodirossi, Gerardo Sessa e Luca Roberti. Ma anche prima c’è stata molta battaglia, un corridore è stato in fuga all’inizio per molti giri per poi essere ripreso dal gruppone, a due giri dal termine si è staccato il quintetto, da cui poi, a sua volta, si sono staccati i primi due. Il circuito cittadino (corso Umberto, via Rosselli, via Cinque Vie, via Scotta lungo 7 chilometri e 700 metri) è stato percorso per una dozzina di volte in due ore e 15 minuti alla media di 38,22 all’ora. Speaker Erennio De Vita, presentatore ufficiale di Miss Italia in Campania.

“E’ stata una bella manifestazione”,  ha commentato telegraficamente Suasco che si è portato a casa la Coppa Caivano, un premio in denaro di 100 euro, la medaglia d’oro e un orologio. Prata, secondo classificato ha spiegato così la sua sconfitta: siamo usciti in quattro, poi io e Suasco ci siamo staccati a 6 chilometri dall’arrivo, ma lui ha fatto l’andatura mentre io non sono riuscito a uscire per fare la volata. Premi fino al decimo classificato e per tre traguardi volanti.

Le premiazioni, con la giornalista freelance Enza Angela Massaro a svolgere il ruolo di Miss vista la sua bellezza ed eleganza affascinante, sono state effettuate dal sindaco Simone Monopoli e dal vicepresidente della corsa, l’imprenditore edile Giuseppe Celardo, da sempre vicino a questa manifestazione. Stranamente ha rinunciato (nelle altre edizioni lo ha sempre fatto, ndr), a salire sul palco il presidente della Coppa Caivano e del circolo della Boys Caivanese, l’ex senatore Giacinto Russo, forse – è una nostra deduzione e potrebbe anche essere sbagliata – perchè non voleva incrociare il poco amato primo cittadino…?

Previous articleDeceduta la madre del collega de “Il Mattino” Tonino Parrella
Next articleCoppa Caivano, percorso al limite della decenza: spazzatura in mezzo alla carreggiata
Francesco Celiento, giornalista dal 1997, diventa pubblicista a soli 22 anni scrivendo il suo primo articolo nel 1992. Inizia a collaborare con quotidiani come "Il Giornale di Napoli" "Il Roma", "Cronache di Napoli" come corrispondente locale di cronaca nera, bianca e sport. Può vantare diverse collaborazioni nel corso della sua carriera, con i giornali: "Napoli Metropoli", "Ideacittà", "Cogito", "Non solo sport", "Freepress", "L'orizzonte", "Città del fare News". Ha lavorato come addetto stampa del comune di Caivano (2004) e di Frattamaggiore (2006); si è inoltre occupato di rassegne stampa nel mondo della moda e dei concorsi di bellezza (Miss Italia, Miss Mondo). Collabora con il Giornale di Caivano dal 2015, anno in cui insieme a Pasquale Gallo, ha fondato il blog. Da pochi mesi è addetto stampa dell'osservatorio per la legalità di Scampia. Ha avuto diversi riconoscimenti alla carriera, come il Premio Giornalistico "Don Gaetano Capasso" e la menzione speciale, come giornalista locale, per il Premio Eccellenze di Caivano nel 2017.

1 COMMENT

  1. Se l’ex senatore non è salito sul palco,forse era stanco
    A volte le motivazioni sono semplici,perchè mettere sempre la politica in mezzo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here