Il Comune celebra la giornata dei minori, “Liberi Cittadini” attacca: passerella politica

0
1835

P1030931di FRANCESCO CELIENTO

CAIVANO – Una giornata per ricordare i diritti dei minori e dell’infanzia si è svolta a Caivano il 20 novembre ed era già prevista ma è capitato proprio qualche giorno dopo il caso, scoppiato anche sui media nazionali, degli abusi sessuali su una bambina di tre anni nel rione Iacp, lato confinante con il Parco Verde.
L’evento è stato organizzato dall’associazione “Sveglia Caivano”, del presidente Nino Navas, con il patrocinio del Comune di Caivano. Sono state invitate le scuole più vicine, quelle del Parco verde e la “Viviani” di Pascarola.
Molto nutrito il parterre di ospiti: dal garante regionale dell’Infanzia, Romano, alla presidentessa regionale dell’Unicef Margherita Dini Ciacci, dall’onorevole Giampiero Zinzi, all’assessore Annamaria Palmieri del Comune di Napoli, insieme alla collega Alessandra Clemente, che è figlia di Silvia Ruotolo, la donna uccisa per errore dai clan nel 1997. Fra gli ospiti c’erano anche il sindaco di Cardito, Peppe Cirillo, i consiglieri regionali Michele Schiano e Luciano Schifone, il noto pallanuotista Pino Porzio ed, infine, la mamma di Ciro Esposito che è stata pure premiata con una targa.
Molto toccanti le parole di Maria Deluzemberg, pm presso la Procura di Napoli, la quale si è detta contenta di vedere la partecipazione dei cittadini al territorio, che vanta tante eccellenze ma anche tanti problemi. Alessandra Clemente, invece, ha spronato alla creazione di luoghi adeguati affinché i piccoli possano esprimere le proprie capacità. Per il Comune di Caivano, c’era il sindaco Simone Monopoli, il vicesindaco Diana Bellastella, gli assessori Mascolo, Orefice e Sorrentino, più vari consiglieri comunali. L’evento è stato promosso da Nino Navas con la collaborazione del Comitato per la valorizzazione storica di Caivano, un’altra associazione che si impegna per la diffusione della cultura sul territorio. Polemiche da parte dell’opposizione. Un post apparso sul contatto critica la presenza di troppi politici, tutti legati a Navas e Monopoli, ovvero al Pdl. “E come volevasi dimostrare – ha scritto Liberi cittadini – hanno trasformato la giornata dell’infanzia in una misera manifestazione propagandistica di Forza Italia e della ditta dell’ex assessore Navas. Sul palcoscenico, oltre al sindaco che ama farsi le foto, c’erano in tanti: Zinzi, Michele Schiano, Luciano Schifone, presentati dal giornalista personale di Navas. Cosa c’entra tutto questo con l’infanzia? Cosa c’entra un’azienda privata di surgelati?”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here