Il Pd: il consiglio comunale dell’8 febbraio è fuorilegge

0
3442

simbolo-PD-elezioni-logoIL CONTROLLO DI LEGALITA’ E’ DOVEROSO E IRRINUNCIABILE IN DEMOCRAZIA

 Ieri sera, 8 febbraio 2016, si è tenuto un Consiglio Comunale ILLEGITTIMO.

Ancora una volta la maggioranza con a capo Monopoli e Del Gaudio usa i regolamenti a proprio uso e consumo, impedendo alla minoranza, in questo comune, di assolvere il ruolo di controllo.

Premesso che negli ultimi mesi, i Consigli Comunali si svolgono grazie a punti proposti all’ordine del giorno dalla minoranza, lasciando alla maggioranza solo prese d’atto, ratifiche e qualche approvazione di regolamento. Le poche proposte pervenute da questa amministrazione hanno sempre avuto carattere d’urgenza, non permettendo ai consiglieri di conoscerle né di condividerle nelle commissioni preposte. Ad esempio nel caso della protezione civile, si sono avute importanti firme sul progetto, da parte del responsabile di settore, addirittura poche ore prima del consiglio stesso, obbligando la delegazione di opposizione ad uscire dall’aula per non votare contro un progetto di interesse collettivo per la nostra comunità.

Ieri sera durante il Consiglio Comunale illegittimo, era all’ordine del giorno  un punto sulla “Rideterminazione dei valori per le aree fabbricabili ai fini IMU 2016”. Anche  per questo punto fino alle ore 19,00 del giorno prima del Consiglio Comunale, non erano disponibili gli atti presso gli uffici comunali, negando la possibilità ai consiglieri di conoscere i documenti relativi all’atto sottoposto a votazione.

Pertanto, come forza di minoranza in C.C. intendiamo far rispettare le leggi, così come in qualsiasi paese democratico, salvaguardare il diritto sacrosanto di esercitare senza impedimenti la nostra funzione di controllo e proposta, ricorrendo, se necessario, a tutti gli organi competenti, nell’esclusivo rispetto del mandato ricevuto dai cittadini caivanesi.

Partito Democratico Caivano

 

Previous articleForza Italia: risparmiati 200mila euro facendo la gara europea sul canile
Next articleBanda di spietati albanesi presi a Caivano, rapinavano ville al sud Italia
Francesco Celiento, giornalista dal 1997, diventa pubblicista a soli 22 anni scrivendo il suo primo articolo nel 1992. Inizia a collaborare con quotidiani come "Il Giornale di Napoli" "Il Roma", "Cronache di Napoli" come corrispondente locale di cronaca nera, bianca e sport. Può vantare diverse collaborazioni nel corso della sua carriera, con i giornali: "Napoli Metropoli", "Ideacittà", "Cogito", "Non solo sport", "Freepress", "L'orizzonte", "Città del fare News". Ha lavorato come addetto stampa del comune di Caivano (2004) e di Frattamaggiore (2006); si è inoltre occupato di rassegne stampa nel mondo della moda e dei concorsi di bellezza (Miss Italia, Miss Mondo). Collabora con il Giornale di Caivano dal 2015, anno in cui insieme a Pasquale Gallo, ha fondato il blog. Da pochi mesi è addetto stampa dell'osservatorio per la legalità di Scampia. Ha avuto diversi riconoscimenti alla carriera, come il Premio Giornalistico "Don Gaetano Capasso" e la menzione speciale, come giornalista locale, per il Premio Eccellenze di Caivano nel 2017.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here