6 arresti nel clan Belforte: si rifornivano di droga a Caivano per spacciarla a Caserta

0
2616

droga1CAIVANO – Nelle prime ore della mattinata odierna (18 febbraio) i Carabinieri della Compagnia di Caserta, coordinati dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli, in Caserta e dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere, stanno eseguendo un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 6 indagati ritenuti responsabili, a vario titolo, di associazione per delinquere di tipo mafioso, estorsione aggravata dal metodo mafioso ed associazione per delinquere finalizzata al traffico e spaccio di sostanze stupefacenti. L’indagine, tra l’altro, ha consentito di disarticolare un’associazione a delinquere operante nel capoluogo, riconducibile al clan “Belforte“, dedita alle estorsioni in danno di commercianti ed alla vendita di sostanze stupefacenti approvvigionate nel Comune di Caivano.

Previous articleLibri scolastici, entro aprile le domande per le cedole
Next articleAcerra. Maria Nazionale in scena sabato con il suo Canto d’Autore
Francesco Celiento, giornalista dal 1997, diventa pubblicista a soli 22 anni scrivendo il suo primo articolo nel 1992. Inizia a collaborare con quotidiani come "Il Giornale di Napoli" "Il Roma", "Cronache di Napoli" come corrispondente locale di cronaca nera, bianca e sport. Può vantare diverse collaborazioni nel corso della sua carriera, con i giornali: "Napoli Metropoli", "Ideacittà", "Cogito", "Non solo sport", "Freepress", "L'orizzonte", "Città del fare News". Ha lavorato come addetto stampa del comune di Caivano (2004) e di Frattamaggiore (2006); si è inoltre occupato di rassegne stampa nel mondo della moda e dei concorsi di bellezza (Miss Italia, Miss Mondo). Collabora con il Giornale di Caivano dal 2015, anno in cui insieme a Pasquale Gallo, ha fondato il blog. Da pochi mesi è addetto stampa dell'osservatorio per la legalità di Scampia. Ha avuto diversi riconoscimenti alla carriera, come il Premio Giornalistico "Don Gaetano Capasso" e la menzione speciale, come giornalista locale, per il Premio Eccellenze di Caivano nel 2017.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here