Alla chiusura della salumeria di Ciro Scarciello, presente don Maurizio

0
1738
Foto: Gianfranco Carozza

 

La storica salumeria di Ciro Scarciello, nel pieno del quartiere Duchesca, ha chiuso il 29 luglio, dopo tanti indugi, sofferenze e rinunce. Presenti sul posto, il giorno della chiusura, don Maurizio Patriciello e Luigi Leonardi, l’imprenditore anti-racket. Pochi giornalisti presenti, assente perfino Roberto Saviano, che più volte su Facebook si è espresso sull’accaduto.

Ciro è un lavoratore che ha avuto il coraggio di esprimere la sua amarezza contro la malavita che circola nei quartieri di Napoli.

Il 4 gennaio scorso ha denunciato un raid che ferì, in un mercatino della Maddalena, 3 ragazzi senegalesi e per errore una bambina di 10 anni. In quell’occasione denunciò ai media i singoli episodi di attività criminali, senza fare nome e cognome, ma solo esponendo le chiare intenzioni di chi vuole una risoluzione efficace per il territorio.

L’effetto mediatico è stato deleterio, subendo minacce, fino alla distruzione del bancone del suo negozio.  Dopo le dichiarazioni affidate ai microfoni di “Chi l’ha visto”, il muro dell’omertà è piombato sulla vita di Ciro, costringendolo a chiudere per sempre la sua attività.

A chi lo ha definito un eroe, il coraggioso salumiere ha risposto:”“Non sono un eroe. Mi dispiace di questo silenzio. Mi stringe il cuore, ma la vita continua”.

 

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here