I ringraziamenti di Carla Donesi per la Festa di Campiglione

0
2185
I ringraziamenti di Carla Donesi per la Festa di Campiglione
Comitato organizzativo

Abbiamo intervistato l’architetto Carla Donesi, che quest’anno per la Festa di Campiglione ha avuto l’incarico di organizzare i festeggiamenti, per apportare delle importanti novità per il territorio. Abbiamo voluto capire cosa si nascondesse dietro una grande evento come sopracitato e conoscere quali emozioni si provano.

Carla, quando hai saputo che avresti organizzato la Festa di Campiglione, come ti sei sentita?

“Quando mi è stato chiesto dal priore del Santuario di Campiglione Padre Cosimo Pagliara di prendermi cura dei festeggiamenti in onore della nostra Patrona, sapevo che non sarebbe stato facile, ma nello stesso tempo ho voluto provarci. La mia idea fu subito quella di organizzare spettacoli dedicati e fatti dai giovani, facendo partecipare tutti dai piccoli alunni delle scuole primarie a quelli un po’ più grandi dei licei musicali in modo da avvicinare cultura e religione in un mondo dove sembra che non ci sia più nell’una nell’altra…”

 

Avere un incarico del genere: responsabilità ed emozioni contrastanti…

Accettata la sfida, sono partita invitando scuole, scuole di danza e orchestre giovanili spiegando lo spirito di come avrei voluto la loro partecipazione. Devo dire che è piaciuto ed ho avuto tantissime adesioni. Poi tra tante peripezie, difficoltà e notti insonni, ho visto la realizzazione di tanti eventi che hanno contribuito allo svolgimento di questa festa, della quale si è parlato molto nel

 

bene e nel male, ma è arrivata degnamente alla conclusione.

Il processo organizzativo è stato semplice?

Per quanto mi riguarda ho avuto esperienze più serene di questa, ma sono contenta al di la del fatto che sia piaciuta o meno, questo lo lascio dire a chi l’ha vissuta dall’esterno, ma ripeto sono contenta perché mi ha dato modo di crescere soprattutto e di conoscere nuove splendide persone che mi sono state vicine nonostante mi avessero appena conosciuto, che hanno avuto fiducia nel mio progetto ed hanno partecipato attivamente alla manifestazione realizzando, con i loro piccoli allievi, mostre e spettacoli.

L’importanza di non mollare mai…

Contenta di aver avuto intorno amici di vecchia data e non che mi hanno fatto da scudo standomi sempre vicino e incitandomi ad andare avanti anche in momenti di difficoltà e di questo li ringrazio davvero con tutta l’anima. Potrei parlare per ore delle emozioni, positive e negative, che ho provato in questa esperienza caivanese, ma penso che mi sono dilungata già troppo adesso voglio solo ringraziare tutti coloro che mi sono stati vicino ed hanno fatto questa maratona di quattro giorni al mio fianco, tutti coloro che hanno risposto al mio invito e coloro che si sono proposti.

 

Ringraziamenti di Carla Donesi

Ringrazio in primis il Priore Padre Cosimo Pagliara ed il Comitato festeggiamenti e la comunità tutta; i ragazzi delle associazioni Talità kum-Fabric e B.Ad Boys Caivano e i Mash che si sono proposti. Ringrazio di cuore tutte le scuole e le orchestre giovanili che hanno risposto al mio invito: le scuole IC3 Parco Verde, IC2 A. De Gasperi; le orchestre giovanili Orpheus e liceo musicale G. Moscati di S. Antimo. La scuola di danza Dance With me; Rosaria Castiglione e il suo gruppo del Teatro dell’onirico. La Professoressa Monica Cartia con le sue alunne del liceo Braucci. L’ Ass.Fracta Sativa Unicanapa; i gruppi musicali Black Chrysalis e Ondanueve String Quartert. 

Le forze dell’ordine che con i loro coordinatori Tenente La Motta del corpo dei Carabinieri e il Comandante De Lucia del corpo della Polizia Municipale sono stati impeccabili, la Protezione Civile, la CRI, la vigilanza notturna “FP Security and Services” che sono stati sempre presenti e vigili affinché tutto andasse per il verso giusto.

I giornalisti Pasquale Gallo ed Enza Angela Massaro del “ Il Giornale di Caivano” sempre al mio fianco, Francesco Celiento ed Antonio Parrella che con il loro contributo ed il loro costante impegno hanno divulgato tutto ciò che veniva svolto; i fonici che hanno sopportato con pazienza e accontentato ogni mia richiesta, pronti a risolvere ogni problema; la Proloco di Parete; l’associazione ASD Caivano Runners che ha fornito le transenne. La TV Media Partner Capri Event con Pasquale Turco, editore, presente ed attiva in ogni momento. Tutti gli Sponsor e non ultimo il mio compagno di avventure di sempre che oggi più che mai ringrazio ancora oggi, la persona che più mi è stata vicino, quella che più ha sofferto e gioito con me, quella con la quale siamo diventati, in questi giorni duri ma belli, un’anima sola Giuseppe Libertino, senza il quale mi sarei sentita, in certi momenti molto difficili, sola. Non so se l’anno prossimo mi verrà di nuovo affidato questo incarico, ma se così dovesse essere, ci sarà come sempre lo stesso impegno e la stessa voglia di crescere insieme a tutti coloro che vorranno collaborare. Ancora grazie a tutti! Spero di non aver dimenticato nessuno, nel caso chiedo venia.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here