ESCLUSIVA\Due piccoli incendi domati nella notte alla Di Gennaro

0
3886

CAIVANO – Ancora due piccoli incendi sul piazzale della ditta Di Gennaro, proprio dove la settimana scorsa si sprigionò il mega-incendio su cui sta indagando la Procura della Repubblica di Napoli Nord (l’immagine è di archivio).

Ieri sera intorno alle ore 23 e poi di nuovo alle 4 di stanotte due piccoli focolai, accesisi sempre nella zona del piazzale esterno dove bruciò molta plastica, sono stati per fortuna subito spenti dagli stessi operai della ditta; non sarebbe stato necessario neppure chiedere l’intervento dei vigili del fuoco. Si potrebbe trattare anche di fumi accidentali conseguenti al maxi-rogo, ma i Carabinieri della tenenza di Caivano, che hanno una pattuglia 24 ore al giorno fuori al sito, sequestrato dalla magistratura, hanno comunque aperto un’inchiesta.

Previous articleGrida di rabbia e dolore a Caivano, nel finale contestato don Salvatore Verde
Next articleElenco farmacie per il servizio notturno aperte ad agosto
Francesco Celiento, giornalista dal 1997, diventa pubblicista a soli 22 anni scrivendo il suo primo articolo nel 1992. Inizia a collaborare con quotidiani come "Il Giornale di Napoli" "Il Roma", "Cronache di Napoli" come corrispondente locale di cronaca nera, bianca e sport. Può vantare diverse collaborazioni nel corso della sua carriera, con i giornali: "Napoli Metropoli", "Ideacittà", "Cogito", "Non solo sport", "Freepress", "L'orizzonte", "Città del fare News". Ha lavorato come addetto stampa del comune di Caivano (2004) e di Frattamaggiore (2006); si è inoltre occupato di rassegne stampa nel mondo della moda e dei concorsi di bellezza (Miss Italia, Miss Mondo). Collabora con il Giornale di Caivano dal 2015, anno in cui insieme a Pasquale Gallo, ha fondato il blog. Da pochi mesi è addetto stampa dell'osservatorio per la legalità di Scampia. Ha avuto diversi riconoscimenti alla carriera, come il Premio Giornalistico "Don Gaetano Capasso" e la menzione speciale, come giornalista locale, per il Premio Eccellenze di Caivano nel 2017.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here