“Monopoli è incandidabile ai sensi della legge antimafia sullo scioglimento dei Comuni”.

0
2382

La sentenza, che era attesa da un momento all’altro, è giunta. L’ex sindaco Simone Monopoli è stato dichiarato incandidabile alle elezioni comunali, provinciali e regionali, dal Tribunale di Napoli Nord, a seguito dello scioglimento del Comune di Caivano per infiltrazioni e condizionamenti della malavita. I giudici della Prima Sezione Civile hanno invece esclusa l’incandidabilità, chiesta dal pubblico ministero, per l’ex assessore proprio della giunta Monopoli, Luigi Falco (Forza Italia), e gli ex consiglieri di opposizione Enzo Pinto (Udc) e Raffaele Celiento, eletto e rimasto in carica pochissimi mesi con una lista satellite del Partito Democratico.

Una decisione quasi scontata, visto che il nome del medico ed ex primo cittadino compariva più volte nella relazione della commissione che aveva contestato comportamenti e decisioni amministrative molto discutibili. Non è bastato essere difeso da Orazio Abbamonte e Gioacchino Abete, due principi del foro in materia amministrativa.

Anche nella vicina Crispano, Comune anch’esso sciolto ed attualmente sotto la gestione commissariale, alla fine a pagare – SENTENZA NON DEFINITIVA – è stato solo l’ex sindaco che capeggiava l’amministrazione finita sotto la lente di ingrandimento della prefettura. Monopoli è stato condannato a pagare pure le spese legali, mentre i tre politici assolti, a loro volta, dovranno essere risarciti dal Ministero dell’Interno.

Previous articleOggi pomeriggio open day alla scuola Lorenzo Milani
Next articleRiscaldamenti accesi in tutte le scuole. In prima linea il sovraordinato Mocerino
Francesco Celiento, giornalista dal 1997, diventa pubblicista a soli 22 anni scrivendo il suo primo articolo nel 1992. Inizia a collaborare con quotidiani come "Il Giornale di Napoli" "Il Roma", "Cronache di Napoli" come corrispondente locale di cronaca nera, bianca e sport. Può vantare diverse collaborazioni nel corso della sua carriera, con i giornali: "Napoli Metropoli", "Ideacittà", "Cogito", "Non solo sport", "Freepress", "L'orizzonte", "Città del fare News". Ha lavorato come addetto stampa del comune di Caivano (2004) e di Frattamaggiore (2006); si è inoltre occupato di rassegne stampa nel mondo della moda e dei concorsi di bellezza (Miss Italia, Miss Mondo). Collabora con il Giornale di Caivano dal 2015, anno in cui insieme a Pasquale Gallo, ha fondato il blog. Da pochi mesi è addetto stampa dell'osservatorio per la legalità di Scampia. Ha avuto diversi riconoscimenti alla carriera, come il Premio Giornalistico "Don Gaetano Capasso" e la menzione speciale, come giornalista locale, per il Premio Eccellenze di Caivano nel 2017.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here