Rimosso l’amianto a Via Scotta dopo la nostra denuncia

0
944

CAIVANO – Stamane presto, gli operai di una ditta specializzata hanno provveduto a mettere in sicurezza e rimuovere l’amianto che, almeno dal 7 febbraio, era lì, sul ciglio della strada, esposto alle intemperie e quindi potenzialmente molto pericoloso, a via Scotta. Domenica mattina, appena denunciammo il fatto (una ventina di cittadini e le guardie ambientali segnalarono il caso mettendo nero su bianco ad inizio mese, ndr), il Comune già, grazie all’intervento immediato del  sovraordinato Giuseppe Mocerino, nonostante quest’ultimo non fosse competente sulla questione, pertinente al sovraordinato Antonio Bruno, delimitò l’area e promise di risolvere entro tempi strettissimi il problema. Detto. Fatto. Da ringraziare anche il commissario Fernando Mone, anche lui subito si interessò della vicenda.

Previous articleCasavatore, appuntamento al ‘Salotto letterario D’Anna’
Next articleNuovo furto a scuola, questa volta al plesso ‘Scotta’
Francesco Celiento, giornalista dal 1997, diventa pubblicista a soli 22 anni scrivendo il suo primo articolo nel 1992. Inizia a collaborare con quotidiani come "Il Giornale di Napoli" "Il Roma", "Cronache di Napoli" come corrispondente locale di cronaca nera, bianca e sport. Può vantare diverse collaborazioni nel corso della sua carriera, con i giornali: "Napoli Metropoli", "Ideacittà", "Cogito", "Non solo sport", "Freepress", "L'orizzonte", "Città del fare News". Ha lavorato come addetto stampa del comune di Caivano (2004) e di Frattamaggiore (2006); si è inoltre occupato di rassegne stampa nel mondo della moda e dei concorsi di bellezza (Miss Italia, Miss Mondo). Collabora con il Giornale di Caivano dal 2015, anno in cui insieme a Pasquale Gallo, ha fondato il blog. Da pochi mesi è addetto stampa dell'osservatorio per la legalità di Scampia. Ha avuto diversi riconoscimenti alla carriera, come il Premio Giornalistico "Don Gaetano Capasso" e la menzione speciale, come giornalista locale, per il Premio Eccellenze di Caivano nel 2017.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here