Attentato in via Falluti, indagano i Carabinieri

0
10464

CAIVANO – Esplosione nella notte, una bomba carta carta sarebbe stata lanciata nell’abitazione di una famiglia a via Falluti (foto d’archivio), piena zona Scotta, secondo le indiscrezioni che da stamane hanno fatto il giro della città. La fortissima deflagrazione, che avrebbe divelto il garage dell’abitazione, fra l’altro, è avvenuta intorno alle ore 1.30-2 ed è stata sentita in tutto il circondario, anche nella zona di Campiglione. Sul posto sono giunti i carabinieri della Tenenza di Caivano, che indagano sul grave atto intimidatorio ma non si sbottonano affatto, infatti ancora non è stato dato il nome della famiglia colpita che, secondo radiomarciapiede, dice siano due noti professionisti della città.

Previous articleDeserta la gara dei cani randagi, nuova proroga trimestrale
Next articleIncendio nei pressi della Cappella San Giorgio, diossina a pieni polmoni
Francesco Celiento, giornalista dal 1997, diventa pubblicista a soli 22 anni scrivendo il suo primo articolo nel 1992. Inizia a collaborare con quotidiani come "Il Giornale di Napoli" "Il Roma", "Cronache di Napoli" come corrispondente locale di cronaca nera, bianca e sport. Può vantare diverse collaborazioni nel corso della sua carriera, con i giornali: "Napoli Metropoli", "Ideacittà", "Cogito", "Non solo sport", "Freepress", "L'orizzonte", "Città del fare News". Ha lavorato come addetto stampa del comune di Caivano (2004) e di Frattamaggiore (2006); si è inoltre occupato di rassegne stampa nel mondo della moda e dei concorsi di bellezza (Miss Italia, Miss Mondo). Collabora con il Giornale di Caivano dal 2015, anno in cui insieme a Pasquale Gallo, ha fondato il blog. Da pochi mesi è addetto stampa dell'osservatorio per la legalità di Scampia. Ha avuto diversi riconoscimenti alla carriera, come il Premio Giornalistico "Don Gaetano Capasso" e la menzione speciale, come giornalista locale, per il Premio Eccellenze di Caivano nel 2017.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here