Santa Messa in ricordo della strage mafiosa di via D’Amelio

0
895

Santa Messa in ricordo della strage mafiosa di via D’Amelio dove nel 1992 perse la vita il giudice Paolo Borsellino e la sua scorta nella chiesa dell’Annunziata a Caivano.

‘IL CORAGGIO DI CREDERE E DI IMPEGNARSI’ il titolo dato a questa iniziativa che si svolge per il terzo anno promosso e organizzato dal parroco don Antonio Cimmino che officerà la celebrazione eucaristica e dallo scrittore – scrittore Antonio Trillicoso, che farà un introduzione alla figura e al messaggio del giudice Paolo Borsellino.

La Santa Messa ci sarà il 20 luglio alla Chiesa di Santissima Annunziata alle 19, celebrata da Don Antonio Cimmino.

Quest’anno in prospettiva delle elezioni amministrative che si svolgeranno il 20 e il 21 settembre prossimo i promotori hanno pensato di invitare tutti gli amministratori, politici di Caivano a fare pubblicamente un IMPEGNO DI RESPONSABILITÀ CON LA CITTÀ.

A un mese della presentazione delle liste – dice lo scrittore Antonio Trillicoso, uno dei promotori dell’iniziativa – le coalizioni e dei candidati a sindaco i futuri amministratori e quanti contribuiranno a diverso titolo si impegneranno pubblicamente a far risalire la città che vive da più di tre anni in una condizione di crisi assoluta per lo scioglimento anticipato del consiglio comunale per infiltrazione camorristica’.

La legalità, la cultura, l’economia e il territorio sono le grandi tematiche che gli amministratori presenti alla iniziativa religiosa dovranno garantire di realizzare negli anni del loro mandato.

Attraverso la figura del giudice Borsellino – sottolinea il parroco don Antonio Cimmino –  speriamo che gli amministratori futuri della città si ispirino per ridare dignità ai cittadini e alla città che vivono un momento difficile’.

Questa iniziativa va in linea con le altre manifestazioni che da circa dieci anni hanno messo in campo il parroco don Cimmino e il giornalista Trillicoso a cominciare dal convegno ‘Giovani e Legalità’ che si svolge il 30 gennaio di ogni anno, la Via Cucis per le vittime innocenti di criminalità e la santa messa in ricordo della strage di Via D’Amelio.

Momenti di riflessioni e di studio della realtà locale che vedono la partecipazione di esperti del settore e di testimoni.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here