Napoli, l’ateneo Parthenope diventa “Plastic free”

0
932

L’Università degli Studi “Parthenope” di Napoli diventa ufficialmente “Plastic free”. Sono stati ultimati i lavori di installazione di diversi erogatori nelle varie sedi dell’ateneo campano ed è iniziata la consegna di ben 3500 borracce in alluminio a studenti e personale.

Gli erogatori d’acqua alla spina sono già fruibili da tutti in qualsiasi momento e consentono di valorizzare l’acqua di rete pubblica attraverso un minuzioso processo di microfiltrazione. Il progetto, messo a punto con Acquatec (società leader in Campania nella gestione delle case dell’acqua), è stato sostenuto con forza dal Rettore Alberto Carotenuto e dai rappresentanti degli studenti. I lavori sono stati coordinati dall’architetto Luciano Esposito. Da annotare che l’azienda Acquatec gestisce in Campania circa 100 impianti, distribuiti nelle province di Napoli e Salerno.

“Continua la strada intrapresa 8 anni fa nella nostra battaglia contro la plastica – commenta l’ingegnere Diego De Chiara, amministratore di Acquatec – l’obiettivo è disincentivare l’utilizzo di acqua imbottigliata in plastica e ridurne il consumo. Inoltre vogliamo sensibilizzare studenti, personale docente ed amministrativo ad una maggiore consapevolezza verso le tematiche ambientali e la risorsa idrica”.

“Oggi – sottolinea il rettore Carotenuto- abbiamo poche presenze nelle sedi a causa delle restrizioni imposte dalla pandemia, e stiamo distribuendo le borracce un poco alla volta, previo appuntamento, per evitare assembramenti pericolosi. Quindi il risultato in termini di CO2 evitata con la rinuncia alla plastica delle bottigliette è per ora modesto. Tuttavia speriamo che a regime tutti gli studenti, il personale e le loro famiglie aderiranno a Plastic Free. Dunque facendo le dovute conversioni, credo che potremmo arrivare al risparmio equivalente di tanta CO2 quanta ne potremmo assorbire piantando ben 10 mila alberi.”

Previous article“Caivano Conta”: continua il progetto politico. Giovani in consiglio comunale
Next articleBonus fitti, al via il pagamento delle somme del 2019
Ha conseguito la laurea magistrale in Scienze della Comunicazione pubblica, d’impresa e pubblicità, presso l’Università degli Studi del Molise, la laurea magistrale in Scienze Motorie, presso l’Università degli Studi “Tor Vergata” di Roma e il Diploma Isef, presso l’Istituto Superiore di Educazione Fisica di Napoli. Tra le altre certificazioni ha conseguito anche il Master di I livello in Scienze della Comunicazione Pubblica. E’ giornalista pubblicista, iscritto all’Albo e all’Inpgi. Corrispondente del quotidiano nazionale “Il Mattino dal 1990”. Componente della Commissione Cultura dell’Ordine dei Giornalisti della Campania, docente e vicepreside negli istituti superiori di secondo grado. Ufficiale del corpo militare volontario della Croce Rossa Italiana. Addetto stampa per il Centro-Sud dell’Associazione Nazionale Militari della Croce Rossa Italiana. Già direttore responsabile, tra gli altri, dei periodici “Occhio sulla Città” e “Non solo Sport”. Ha collaborato con diverse testate giornalistiche (“Il Giornale di Napoli”, Roma, Napoli Metropoli, Idea Città, ecc.). Redattore delle testate online “Il Giornale di Caivano”, “Ergo Tv” e “Campania Press”. Ha collaborato e collabora con emittenti televisive regionali ed interregionali da oltre un ventennio (Capri Event, Telecapri News, Napoli Tivù). Tra i vari riconoscimenti figurano, per la sezione giornalismo, anche il Premio del concorso nazionale sulla legalità “Non tacerò” (anno 2016), il Premio Nazionale “Mario Fiore”, anno 2019, il Premio Internazionale “Liburia 2020” ed Il Premio “Città di Caivano 2022” (Leone d’Argento). Inoltre, nel maggio 2022 ha ricevuto la nomina di “Effettista Emerito” della contemporanea corrente pittorica italiana dell’Effettismo, mentre nel settembre 2023 gli è stato assegnato il Premio di riconoscimento alla carriera della XXIV edizione "The Grand Award to Excellence", per la sezione giornalismo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here