Caivano, intitolata a Stelio Maria Martini la biblioteca comunale di piazza Battisti  

0
1714

CAIVANO. Intitolata a Stelio Maria Martini la biblioteca comunale di piazza Cesare Battisti, ubicata all’interno del Castello feudale del secolo XIV, sede storica del Municipio. Il provvedimento è stato adottato dall’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Enzo Falco, con un’apposita delibera.

Commenta il sindaco Falco. “Con Delibera n. 14 del 29 Gennaio 2021 l’amministrazione comunale, che mi onoro di presiedere, ha intitolato la biblioteca del comune di Caivano a Stelio Maria Martini, artista, poeta e critico letterario di assoluto rilievo nazionale ed internazionale. Per noi è stata una scelta importante, perchè Martini ha avuto un ruolo chiave nello sviluppo culturale del XX secolo, sia dal punto di vista letterario che nel campo delle arti visive. È stato un instancabile promotore culturale e ci ha lasciato un patrimonio inestimabile.  Inoltre – prosegue la fascia tricolore – ci ha indicato la via maestra per “fare cultura” ed è bello ricordare “Materiale di una storia locale” (Ed. Athena Mediterranea 1978, ndr), scritto in “collaborazione” con i suoi allievi di una classe della Scuola Media Papa Giovanni XXIII di Caivano. Una figura di valore che ci deve dare la stura per un nuovo sviluppo culturale della nostra città”. 

Con tale intitolazione – commenta Arturo Nilo, bibliotecario addetto al servizio di catalogazione e prestito della biblioteca comunale – la città di Caivano a distanza di cinque anni dalla sua scomparsa (1° marzo 2016), non solo vuole ricordare l’uomo, l’intellettuale, l’artista e il poeta che egli è stato, ma vuole sentirlo  parte della comunità e può da lui ripartire per rinnovarsi e migliorarsi proprio attraverso la cultura, quella cultura come lui la intendeva con uno sguardo attento e profondo al passato e uno al futuro. Non a caso in una sua intervista, rilasciata al Festival Multidisciplinare di Letteratura (Bologna in Lettere), affermava queste testuali parole: “io mi sono sempre sentito un illuminista”.

UN LUOGO DI STUDIO E DI RICERCA

“Mi auguro – prosegue Nilo – che la cultura, in tutte le sue forme, possa ri-trovare nella Biblioteca “Stelio Maria Martini” la sua casa, dove poter svolgere attività di ricerca, poter accogliere conferenze, letture, dibattiti, tavoli di confronto e dove sarà possibile ritrovarci ed unirci come persone e comunità”.

Considerate le attuali condizioni sanitarie e le norme anti covid in vigore non è stato ancora possibile effettuare l’inaugurazione con la partecipazione dei cittadini, ai quali questa struttura è destinata. Naturalmente la speranza è di poterla celebrare al più presto, per decretare il giusto tributo all’illustre cittadino caivanese.

“Un plauso particolare – aggiunge Nilo – va all’associazione “Incontri Letterari”, nata nel 2016 come gruppo di lettura, organizzando incontri periodici nelle sale della biblioteca e poi costituitosi in associazione. Pertanto, con volontà e determinazione, hanno intrapreso un percorso di approfondimento su Martini, culminato il 28 aprile 2019 nella realizzazione nelle sale della biblioteca di un evento pubblico sul tema “Incontro su Stelio Maria Martini e la poesia visiva”.

Previous articleMinistro Gelmini: ‘No alle scuole per i vaccini’. Ponticelli’: Abbiamo sempre ragione!’
Next articleiostudio, pubbliche le graduatorie per la borsa di studio 19/20
Ha conseguito la laurea magistrale in Scienze della Comunicazione pubblica, d’impresa e pubblicità, presso l’Università degli Studi del Molise, la laurea magistrale in Scienze Motorie, presso l’Università degli Studi “Tor Vergata” di Roma e il Diploma Isef, presso l’Istituto Superiore di Educazione Fisica di Napoli. Tra le altre certificazioni ha conseguito anche il Master di I livello in Scienze della Comunicazione Pubblica. E’ giornalista pubblicista, iscritto all’Albo e all’Inpgi. Corrispondente del quotidiano nazionale “Il Mattino dal 1990”. Componente della Commissione Cultura dell’Ordine dei Giornalisti della Campania, docente e vicepreside negli istituti superiori di secondo grado. Ufficiale del corpo militare volontario della Croce Rossa Italiana. Addetto stampa per il Centro-Sud dell’Associazione Nazionale Militari della Croce Rossa Italiana. Già direttore responsabile, tra gli altri, dei periodici “Occhio sulla Città” e “Non solo Sport”. Ha collaborato con diverse testate giornalistiche (“Il Giornale di Napoli”, Roma, Napoli Metropoli, Idea Città, ecc.). Redattore delle testate online “Il Giornale di Caivano”, “Ergo Tv” e “Campania Press”. Ha collaborato e collabora con emittenti televisive regionali ed interregionali da oltre un ventennio (Capri Event, Telecapri News, Napoli Tivù). Tra i vari riconoscimenti figurano, per la sezione giornalismo, anche il Premio del concorso nazionale sulla legalità “Non tacerò” (anno 2016), il Premio Nazionale “Mario Fiore”, anno 2019, il Premio Internazionale “Liburia 2020” ed Il Premio “Città di Caivano 2022” (Leone d’Argento). Inoltre, nel maggio 2022 ha ricevuto la nomina di “Effettista Emerito” della contemporanea corrente pittorica italiana dell’Effettismo, mentre nel settembre 2023 gli è stato assegnato il Premio di riconoscimento alla carriera della XXIV edizione "The Grand Award to Excellence", per la sezione giornalismo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here