Crispano, all’istituto “Quasimodo” stop alle lezioni in presenza fino al 14 maggio

0
2267

CRISPANO. Emergenza Covid-19. All’istituto comprensivo “Quasimodo” le lezioni in presenza per gli alunni saranno off limits fino al 14 maggio, salvo ulteriori proroghe.

E’ il provvedimento adottato dal sindaco Michele Emiliano (nella foto), dopo aver constatato che l’incidenza dei contagi negli ultimi giorni ha riguardato soprattutto i ragazzi in età scolare nella fascia 0-13 anni e considerato che nei giorni scorsi il tasso di positività sul territorio è balzato al 18,55%, rispetto ad una media regionale del 9.06%. Ieri si sono registrati altri 6 contagi su 63 tamponi analizzati.

Il provvedimento

E’ una decisione amara – spiega la fascia tricolore – ma necessaria per tutelare la salute dei piccoli studenti, delle famiglie e del personale scolastico. Sono molto arrabbiato, ma la dolorosa scelta è stata adottata in piena scienza e coscienza. Non è stato un provvedimento pilatesco, per lavarsi le mani, ma in questo momento storico è l’unico provvedimento che un sindaco possa attuare per contenere la diffusione del coronavirus. Un covid-19 che, purtroppo, circola ancora tra di noi e, pertanto, è indispensabile tutelare la salute dei nostri bambini”.

Poi il capo dell’esecutivo locale prosegue. “Bisogna prendere atto che sul territorio c’è un continuo aumento dei positivi. Pertanto bisogna osservare sempre tutte le norme sanitarie anticovid e di distanziamento sociale. Purtroppo in giro ci sono ancora persone che non indossano le mascherine e Crispano è una città dove la percentuale di vaccinazione è ancora bassa”.

Il parere dell’Asl Napoli 2 Nord e del servizio di epidemiologia

L’ordinanza sindacale è stata emessa dopo aver sentito il parere del direttore sanitario del distretto 45 dell’Asl Napoli 2 Nord e della responsabile del servizio di epidemiologia e tenendo conto anche delle segnalazioni di positività di alunni della Quasimodo.

“Comunque – precisa Emiliano – per gli alunni resta sempre garantita, su disposizioni rimesse all’autonomia scolastica, la possibilità di svolgere attività in presenza, qualora sia necessario l’uso di laboratori o per mantenere una relazione educativa che realizzi l’effettiva inclusione scolastica degli alunni con disabilità e/o con bisogni educativi speciali, secondo quanto previsto dalle vigenti disposizioni ministeriali e garantendo il collegamento telematico con gli allievi della classe che sono in didattica digitale integrate. Inoltre, la dirigente scolastica dell’istituto “Quasimodo” procederà nelle operazioni di sanificazioni delle aule e dei locali, così come prescritto dalla vigente normativa sanitaria”.

 

Previous articleSale da gioco ancora chiuse: l’online la fa da padrone
Next articleStop Biocidio Caivano in netta contraddizione con il sindaco Falco
Ha conseguito la laurea magistrale in Scienze della Comunicazione pubblica, d’impresa e pubblicità, presso l’Università degli Studi del Molise, la laurea magistrale in Scienze Motorie, presso l’Università degli Studi “Tor Vergata” di Roma e il Diploma Isef, presso l’Istituto Superiore di Educazione Fisica di Napoli. Tra le altre certificazioni ha conseguito anche il Master di I livello in Scienze della Comunicazione Pubblica. E’ giornalista pubblicista, iscritto all’Albo e all’Inpgi. Corrispondente del quotidiano nazionale “Il Mattino dal 1990”. Componente della Commissione Cultura dell’Ordine dei Giornalisti della Campania, docente e vicepreside negli istituti superiori di secondo grado. Ufficiale del corpo militare volontario della Croce Rossa Italiana. Addetto stampa per il Centro-Sud dell’Associazione Nazionale Militari della Croce Rossa Italiana. Già direttore responsabile, tra gli altri, dei periodici “Occhio sulla Città” e “Non solo Sport”. Ha collaborato con diverse testate giornalistiche (“Il Giornale di Napoli”, Roma, Napoli Metropoli, Idea Città, ecc.). Redattore delle testate online “Il Giornale di Caivano”, “Ergo Tv” e “Campania Press”. Ha collaborato e collabora con emittenti televisive regionali ed interregionali da oltre un ventennio (Capri Event, Telecapri News, Napoli Tivù). Tra i vari riconoscimenti figurano, per la sezione giornalismo, anche il Premio del concorso nazionale sulla legalità “Non tacerò” (anno 2016), il Premio Nazionale “Mario Fiore”, anno 2019, il Premio Internazionale “Liburia 2020” ed Il Premio “Città di Caivano 2022” (Leone d’Argento). Inoltre, nel maggio 2022 ha ricevuto la nomina di “Effettista Emerito” della contemporanea corrente pittorica italiana dell’Effettismo, mentre nel settembre 2023 gli è stato assegnato il Premio di riconoscimento alla carriera della XXIV edizione "The Grand Award to Excellence", per la sezione giornalismo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here