Caivano, i “primi” 90 anni di Natalìa Derrotti: la memoria storica del marchio “Celiento Bomboniere”

0
14514

CAIVANO. Novant’anni e non sentirli. Non è la solita frase già “preconfezionata”, ma è quanto oggi davvero rappresenta l’imprenditrice caivanese Natalìa Derrotti, fondatrice nel 1952, insieme al marito Francesco Celiento (scomparso nel 1983), della storica ditta “Celiento Bomboniere”. Una ditta che, in quasi 70 anni di esercizio, ha portato in giro per il mondo il buon nome non soltanto della città di Caivano, ma del Sud in generale.

L’EVENTO

Mercoledì 26 maggio 2021, Natalìa ha spento con tanto entusiasmo e con la solita ed innata energia le coloratissime candeline del suo 90esimo genetliaco. Una ricorrenza importante per Natalìa, festeggiata degnamente e “coccolata” con una cornice fantastica di figli, nuore, generi, nipoti e pronipoti.

Insomma fari puntati tutti su di lei. Natalìa, una vita intera dedicata a famiglia e lavoro. E’ stata da sempre considerata dai familiari, e da coloro che l’hanno conosciuta in tantissimi anni di intensa e straordinaria attività, una donna molto premurosa, disponibile e con una intelligenza fuori dal comune ed innovative idee, che hanno fatto sempre primeggiare l’azienda “Celiento Bomboniere”, sia a livello regionale che nazionale ed europeo.

Natalìa svolge tuttora con immensa passione la sua attività a Caivano, nella sede principale di via Roma, dispensando utili, preziosi ed indispensabili consigli a figli e nipoti, che hanno seguito le sue orme, continuando così a dare lustro all’attività imprenditoriale e a mantenere alto il blasone della prestigiosa ditta caivanese.

LA STORIA

Il felice matrimonio tra Natalìa e Francesco è stato costellato da tante gioie e soddisfazioni. Tra queste 9 splendidi figli (5 femmine e 4 maschi): Candida, Raffaele, Antonio, Giggino (scomparso prematuramente nel 2006), Teresa, Rosa, Annamaria, Pina ed Enzo.

Successivamente, pochi anni dopo la fine del secondo conflitto mondiale, l’allora 20enne Natalìa ebbe la brillante e felice intuizione di fondare la ditta “Celiento Bomboniere”, capace di regalare, tra gli altri, ai futuri sposi momenti indelebili della loro vita.

Da “Celiento Bomboniere” c’è una vastissima offerta per i clienti, che possono contare su tre punti vendita (sede storica di Caivano, in via Roma, n. 1-19; sede di Sant’Antimo, in via Nettuno, n. 1; sede di Maddaloni, in via Forche Caudine, n. 22).

IL FUTURO

A Natalìa, una donna di successo, con tanta fede ed ottimismo, una vera icona non soltanto per i familiari ma per tutti i caivanesi, ancora tanti auguri per un futuro stracolmo di gioia e con tanta vitalità. Una vitalità che, certamente, è il suo dono più grande. Ad sidera semper!

Previous articleAmmodernamento per gli Stir di Giugliano e Tufino. Caivano dimenticato.
Next articleViabilità al collasso nella nuova zona di via Delle Rose. I residenti chiedono…
Ha conseguito la laurea magistrale in Scienze della Comunicazione pubblica, d’impresa e pubblicità, presso l’Università degli Studi del Molise, la laurea magistrale in Scienze Motorie, presso l’Università degli Studi “Tor Vergata” di Roma e il Diploma Isef, presso l’Istituto Superiore di Educazione Fisica di Napoli. Tra le altre certificazioni ha conseguito anche il Master di I livello in Scienze della Comunicazione Pubblica. E’ giornalista pubblicista, iscritto all’Albo e all’Inpgi. Corrispondente del quotidiano nazionale “Il Mattino dal 1990”. Componente della Commissione Cultura dell’Ordine dei Giornalisti della Campania, docente e vicepreside negli istituti superiori di secondo grado. Ufficiale del corpo militare volontario della Croce Rossa Italiana. Addetto stampa per il Centro-Sud dell’Associazione Nazionale Militari della Croce Rossa Italiana. Già direttore responsabile, tra gli altri, dei periodici “Occhio sulla Città” e “Non solo Sport”. Ha collaborato con diverse testate giornalistiche (“Il Giornale di Napoli”, Roma, Napoli Metropoli, Idea Città, ecc.). Redattore delle testate online “Il Giornale di Caivano”, “Ergo Tv” e “Campania Press”. Ha collaborato e collabora con emittenti televisive regionali ed interregionali da oltre un ventennio (Capri Event, Telecapri News, Napoli Tivù). Tra i vari riconoscimenti figurano, per la sezione giornalismo, anche il Premio del concorso nazionale sulla legalità “Non tacerò” (anno 2016), il Premio Nazionale “Mario Fiore”, anno 2019, il Premio Internazionale “Liburia 2020” ed Il Premio “Città di Caivano 2022” (Leone d’Argento). Inoltre, nel maggio 2022 ha ricevuto la nomina di “Effettista Emerito” della contemporanea corrente pittorica italiana dell’Effettismo, mentre nel settembre 2023 gli è stato assegnato il Premio di riconoscimento alla carriera della XXIV edizione "The Grand Award to Excellence", per la sezione giornalismo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here