MEDICINA. Al via la VII edizione del forum “Infiammazione e stili di vita”

0
565

NAPOLI. Semaforo verde per la VII edizione del convegno scientifico su “Infiammazione e stili di vita”, organizzato dal dottor Michele Pompeo Libutti, oncologo della Asl Na3.

L’happening medico scientifico si svolgerà giovedì 7 ottobre 2021 (inizio ore 8.30, con la registrazione dei partecipanti), presso la sala convegni Eremo dei Camaldoli, in via dell’Eremo.

Relatori dell’importante kermesse medica saranno, tra gli altri, specialisti dell’Università di Napoli Federico II (professor Pietro Formisano, ordinario di patologia clinica), dell’istituto tumori di Napoli, dell’Asl Na1 e Asl Na3 (dottor Carmine Pizza, primario della Uoc di oncologia).

IL TEMA DEL FORUM SCIENTIFICO

Purtroppo gran parte delle malattie e delle condizioni di malessere si associano ad uno stato infiammatorio cronico.  Pertanto il forum verterà sui meccanismi patogenetici dell’infiammazione cronica di basso grado come causa di importanti malattie (diabete, obesità, sindrome metabolica, steatosi, eccetera) e sullo studio ed implementazione degli adeguati interventi sullo stile di vita (dieta ed attività fisica) per poter prevenire tali patologie.

Non ci sono sintomi precisi ed è complicato individuare questa condizione infiammatoria a livello clinico. I sintomi sono vaghi e vari, spesso non si manifestano inizialmente, ma la condizione infiammatoria di basso grado persiste e si ripercuote sugli organi geneticamente più vulnerabili per il singolo individuo.

Tra i principali sintomi che contraddistinguono un organismo con “inflammaging” troviamo aumento di obesità a livello addominale, malessere diffuso, indolenzimento generalizzato, stanchezza cronica, difficoltà nella concentrazione, difficoltà a dormire, gonfiore addominale e problematiche gastrointestinali, sintomi anche di un’alterata detossificazione epatica.

Da  annotare che alcuni fattori predispongono allo stato infiammatorio. Tra questi: alimentazione squilibrata, eccessi alimentari, sovrappeso con circonferenza della vita alta, obesità, sedentarietà, ritmo circadiano scorretto (il nostro “orologio biologico” che regola ad esempio il ritmo sonno- veglia), buso di alcol e farmaci. Ma sembrerebbe esserci anche una correlazione tra depressione ed infiammazione. Uno studio che è stato pubblicato in un’edizione dell’American Journal of Psychiatry ha evidenziato che tra i pazienti affetti da depressione, le concentrazioni di due marker infiammatori, PCR e IL-6, sono risultati aumentati del 50 per cento rispetto alla norma.

Altri aspetti importanti su questo tema sono legati all’ambiente in cui viviamo, respiriamo e da cui otteniamo il nostro nutrimento. Le misure correttive da mettere in atto per prevenire questa patologia si traducono in adeguate politiche sanitarie ed in un risparmio per le istituzioni. Durante un breve simposio satellite sarà presentata anche un’ app della prima azienda al mondo che combatte la infiammazione cronica e l’inflammaging, attraverso un sistema di profilazione e consigli per modificare gli stili di vita.

 

Previous articleIl comune di Caivano assume, ma poco
Next article26enne di Caivano fermato ad Afragola con droga all’esterno di una scuola
Ha conseguito la laurea magistrale in Scienze della Comunicazione pubblica, d’impresa e pubblicità, presso l’Università degli Studi del Molise, la laurea magistrale in Scienze Motorie, presso l’Università degli Studi “Tor Vergata” di Roma e il Diploma Isef, presso l’Istituto Superiore di Educazione Fisica di Napoli. Tra le altre certificazioni ha conseguito anche il Master di I livello in Scienze della Comunicazione Pubblica. E’ giornalista pubblicista, iscritto all’Albo e all’Inpgi. Corrispondente del quotidiano nazionale “Il Mattino dal 1990”. Componente della Commissione Cultura dell’Ordine dei Giornalisti della Campania, docente e vicepreside negli istituti superiori di secondo grado. Ufficiale del corpo militare volontario della Croce Rossa Italiana. Addetto stampa per il Centro-Sud dell’Associazione Nazionale Militari della Croce Rossa Italiana. Già direttore responsabile, tra gli altri, dei periodici “Occhio sulla Città” e “Non solo Sport”. Ha collaborato con diverse testate giornalistiche (“Il Giornale di Napoli”, Roma, Napoli Metropoli, Idea Città, ecc.). Redattore delle testate online “Il Giornale di Caivano”, “Ergo Tv” e “Campania Press”. Ha collaborato e collabora con emittenti televisive regionali ed interregionali da oltre un ventennio (Capri Event, Telecapri News, Napoli Tivù). Tra i vari riconoscimenti figurano, per la sezione giornalismo, anche il Premio del concorso nazionale sulla legalità “Non tacerò” (anno 2016), il Premio Nazionale “Mario Fiore”, anno 2019, il Premio Internazionale “Liburia 2020” ed Il Premio “Città di Caivano 2022” (Leone d’Argento). Inoltre, nel maggio 2022 ha ricevuto la nomina di “Effettista Emerito” della contemporanea corrente pittorica italiana dell’Effettismo, mentre nel settembre 2023 gli è stato assegnato il Premio di riconoscimento alla carriera della XXIV edizione "The Grand Award to Excellence", per la sezione giornalismo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here