“Promuovere e valutare le competenze a scuola”: è il volume scritto dalla preside Rosaria Peluso con Stefano Curtetto e Vincenzo Bonazza

0
2509

Promuovere e valutare le competenze a scuola” è il testo realizzato dalla professoressa Rosaria Peluso (dirigente scolastica dell’istituto comprensivo “Cilea Mameli” di Caivano), in collaborazione con Stefano Curtetto e Vincenzo Bonazza.

Il volume, edito da Anicia, nasce da un’idea della Peluso al termine di un corso di formazione. L’obiettivo degli autori dell’interessante volume è quello di promuovere lo sviluppo delle competenze proprio nell’ambito scolastico.

LE DICHIARAZIONI

Negli ultimi anni – precisa Peluso – la letteratura scientifica è giunta alla conclusione che la lezione frontale, sebbene non debba essere defenestrata dalle aule scolastiche, non è adatta ad assolvere le esigenze di apprendimento di tutti gli allievi e, nel nostro caso specifico, essendo promotrice di una didattica sostanzialmente trasmissiva, non si addice allo sviluppo delle competenze. Uno sviluppo – conclude la preside – richiesto dalla normativa ministeriale più recente e dalla stessa legislazione europea”.

Da annotare anche l’altro lavoro della preside Peluso dal titolo “Libera”. Un romanzo che ha avuto un grande successo e che  indica i caratteri della gestione scolastica secondo una visione moderna e vicina a quella che ormai è la società dei consumi. L’intento della dirigente scolastica è stato quello di rendere critici gli studenti e far maturare in loro la capacità di selezionare i veri valori della vita da quelli che possono essere le false concezioni pubblicitarie trasmesse dai mass-media.

L’EVENTO

Intanto nei giorni scorsi, presso l’istituto Cilea Mameli di via Caputo, presieduto dalla Peluso, si è svolto un importantissimo happening, promosso dall’ANSI (Associazione Nazionale Scuola Italiana) sul tema “Autismo e Scuola”.

I fari sono stati puntati soprattutto sul rispetto e sull’inclusione delle persone che soffrono del disturbo dello spettro autistico. Il forum, moderato dal giornalista, scrittore e docente Antonio Trillicoso, oltre all’instancabile dirigente scolastica Peluso, ha visto, tra gli altri, i relatori Maurizio Brighenti (neuropsichiatra infantile e psicoterapeuta), Alberto Bottino (già direttore generale dell’Ufficio scolastico regionale della Campania), Nunzio Cennamo (docente ordinario di ingegneria Università degli studi Luigi Vanvitelli), Generosa Manzo (docente sraordinario di didattica speciale Università Telematica Pegaso) e Colomba Cecere (direttore didattico A.P.S. A.N.S.I. Comitato cittadino di Boscoreale).

“Nel nostro istituto – chiosa la preside Peluso – vengono da sempre promosse varie attività mirate a contrastare la violenza anche attraverso un’adeguata informazione e la relativa formazione rivolta sia al personale che agli alunni. L’incontro è stato una preziosa occasione per sensibilizzare tutti a saper guardare oltre le differenze e valorizzare le singole competenze”.

IL GESTO – LA PANCHINA BLU

Al termine del convegno la sezione ANSI di Caivano ha donato una panchina blu all’istituto per non dimenticare i bambini vittime di violenze.

Previous articleCommemorazione Defunti, l’Associazione di Volontariato Caivano Soccorso offre il servizio di prossimità
Next articleStanotte torna l’ora legale, ecco quando cambiare le lancette
Ha conseguito la laurea magistrale in Scienze della Comunicazione pubblica, d’impresa e pubblicità, presso l’Università degli Studi del Molise, la laurea magistrale in Scienze Motorie, presso l’Università degli Studi “Tor Vergata” di Roma e il Diploma Isef, presso l’Istituto Superiore di Educazione Fisica di Napoli. Tra le altre certificazioni ha conseguito anche il Master di I livello in Scienze della Comunicazione Pubblica. E’ giornalista pubblicista, iscritto all’Albo e all’Inpgi. Corrispondente del quotidiano nazionale “Il Mattino dal 1990”. Componente della Commissione Cultura dell’Ordine dei Giornalisti della Campania, docente e vicepreside negli istituti superiori di secondo grado. Ufficiale del corpo militare volontario della Croce Rossa Italiana. Addetto stampa per il Centro-Sud dell’Associazione Nazionale Militari della Croce Rossa Italiana. Già direttore responsabile, tra gli altri, dei periodici “Occhio sulla Città” e “Non solo Sport”. Ha collaborato con diverse testate giornalistiche (“Il Giornale di Napoli”, Roma, Napoli Metropoli, Idea Città, ecc.). Redattore delle testate online “Il Giornale di Caivano”, “Ergo Tv” e “Campania Press”. Ha collaborato e collabora con emittenti televisive regionali ed interregionali da oltre un ventennio (Capri Event, Telecapri News, Napoli Tivù). Tra i vari riconoscimenti figurano, per la sezione giornalismo, anche il Premio del concorso nazionale sulla legalità “Non tacerò” (anno 2016), il Premio Nazionale “Mario Fiore”, anno 2019, il Premio Internazionale “Liburia 2020” ed Il Premio “Città di Caivano 2022” (Leone d’Argento). Inoltre, nel maggio 2022 ha ricevuto la nomina di “Effettista Emerito” della contemporanea corrente pittorica italiana dell’Effettismo, mentre nel settembre 2023 gli è stato assegnato il Premio di riconoscimento alla carriera della XXIV edizione "The Grand Award to Excellence", per la sezione giornalismo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here