Rom indagati per reati ambientali, i complimenti del sottosegretario Castiello

0
1087
”L’eccellente lavoro svolto dai Carabinieri della compagnia di Caivano e dalla procura della repubblica del tribunale Napoli nord ha portato a ben 8 rinvii a giudizio per altrettanti indagati appartenenti al campo Rom di Caivano, accusati di reati plurimi.
Resto garantista, ma se la fase dibattimentale dovesse confermare i reati è giusto che vengano inflitte le pene adeguate per atti così gravi.
Ai Carabinieri e ai magistrati il mio plauso per la loro attività a tutela dell’ambiente e della gente perbene.” – così Pina Castiello Sottosegretario alla presidenza del Consiglio dei Ministri con delega ai rapporti con il parlamento ha commentato il lavoro fatto in questi mesi e inoltre ha aggiunto – ” Ai magistrati del tribunale di Napoli Nord e alla compagnia dei Carabinieri di Caivano, va il mio plauso per aver, con grande professionalità, iniziato un’attività di indagine delicata, culminata con il rinvio a giudizio di soggetti macchiatisi di una pluralità di reati gravissimi.
L’attività illecita e delittuosa posta in essere dagli otto indagati, inchiodati anche da prove raccolte con l’impiego di moderni supporti tecnologici, ha impattato grandemente sulla qualità della vita dei cittadini ricadenti nell’area limitrofa al citato campo rom e comportato, per conseguenza, un’altra serie effetti socialmente devastanti tra i quali si segnala quello della dispersione scolastica.
Fermo restando le garanzie costituzionali mi auguro che se confermati in sede processuale i reati contestati siano puniti come meritano.
Poter contare sulla presenza operativa ed efficace delle forze dell’ordine, il riferimento specifico è alla compagnia di Caivano retta dal Capitano Antonio Maria Cavallo, significa avere un antidoto ai fenomeni criminogeni, prezioso e imprescindibile.
Ribadisco il mio ringraziamento sincero”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here