Acerra, NO alla quarta linea del termovalorizzatore. La mobilitazione dei cittadini

0
799

Un fermo “no” alla quarta linea del termovalorizzatore. Oggi, infatti, i volontari anti-roghi di Acerra hanno ottenuto un incontro con il consigliere regionale Giovanni Mensorio, con l’ospitalità di Vincenzo De Maria. 

In riferimento alla Deliberazione di Giunta regionale n. 408/DDL del 7/07/2023 con la quale si impegnano fondi destinati alla realizzazione di investimenti riguardanti il termovalorizzatore di Acerra e che fa riferimento al decreto Dirigenziale n. 248 del 20.07.2022 nel quale si parla invece di un fondo vincolato destinato alla realizzazione della quarta linea di combustione, l’onorevole, a seguito del question time di domani e delle posizioni che emergeranno, si è impegnato a promuovere un’attività di sensibilizzazione tra i colleghi e mettere in campo iniziative chiare ed inequivocabili affinché il fondo abbia una finalità per la manutenzione e non per realizzazione della quarta linea.

“Ci auguriamo che la meritevole azione proposta dall’onorevole Mensorio possa essere condivisa anche da altri consiglieri sensibili -hanno sostenuto i volontari Antiroghi di Acerra- alla tematica e/o che hanno a cuore questo territorio e che quindi si arrivi all’approvazione di un atto che scongiuri definitivamente la realizzazione della quarta linea dell’inceneritore di Acerra e dell’aumento della sua capacità”.

Ha fatto luce sulla questione anche il Vescovo di Acerra, che su Cronache di Napoli ha espresso il suo pensiero, invitando i cittadini a restare uniti per un’unica battaglia.

“Il comunicato del Vescovo di Acerra uscito in queste ore ci conforta nella strada intrapresa-continuano i volontari parafrasando le parole del Vescovo- dobbiamo riscoprire l’importanza di essere cittadini ed esercitare il diritto di riunirsi per ragionare e “sognare in grande”: questo può fare la differenza. 
Le scelte non possono sempre essere calate dall’alto: la partecipazione civile e la coscienza di essere parte di un organismo che lotta per uno sviluppo consapevole della propria terra è già differenza”. 

La questione sarà affrontata anche in consiglio regionale, dove l’assessore all’Ambiente, Fulvio Bonavitacola, su richiesta della consigliera Vittoria Lettieri, inviteranno i cittadini a confrontarsi in piazza, domani sera, 28 luglio, alle 20.00, in piazza Castello. 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here