Domani la cerimonia per i 150 anni dall’erezione canonica della Parrocchia Santi Giuseppe ed Eufemia in Carditello

0
461

Don Fabio Ruggiero, giovane parroco della comunità parrocchiale dei Santi Giuseppe ed Eufemia in Carditello (NA) della Diocesi di Aversa (CE), condivide, la gioia e l’entusiasmo del cammino comunitario, teso all’annuncio della Parola di Dio in una realtà della periferia napoletana che tanto ha bisogno di essere continuamente evangelizzata dalla bellezza dell’incontro con il Signore Risorto.

‘La comunità che guido in comunione con Sua Ecc.za Rev.ma Mons. Angelo Spinillo, Vescovo di Aversa, vive nel c.a. il Giubileo Parrocchiale per i 150 anni dall’erezione canonica della Parrocchia, avvenuta il 6 ottobre del 1873 per volontà di Mons. Domenico Zelo, allora Vescovo della Diocesi’.

Sabato 7 ottobre 2023 in piazza Giovanni XXIII, la solenne celebrazione presieduta da Sua Eminenza Cardinale Robert Sarah, prefetto emerito della congrezazione per il culto divino e della disciplina dei sacramenti, in occasione del giubileo parrocchiale alle ore 18.

Nella venuta del Cardinale è il Papa stesso a farci visita e a portare  atutti un messaggio di speranza e di conforto.

Desidero partecipare alla S.V. i sentimenti con cui la comunità parrocchiale sta cercando di vivere questa felice ricorrenza. Stiamo cercando di vivere questa tappa significativa appunto come un giubileo, cioè come un motivo per dire a Dio e ai fratelli e sorelle, vicini e lontani, la nostra gioia per aver incontrato il Signore. Fare memoria della nostra storia comunitaria ci sta incoraggiando ancor di più a prendere consapevolezza della nostra vocazione missionaria. Da qui il tema scelto per quest’anno pastorale e giubilare: «Dalla memoria alla missione». L’invito a ricordare che Mosè rivolse ad Israele al tempo del suo peregrinare nel deserto (cf. Dt 8,2) ci sta aiutando a non chiuderci in una memoria “autocelebrativa”. Ri-cordare la bontà di Dio per noi, infatti, sta significando per la comunità portare-al-cuore la ricchezza di tutti quegli eventi, quei volti e quelle storie che ci hanno parlato di Lui. Desideriamo, come comunità parrocchiale, metterci alla scuola di Maria, che si alzò e andò in fretta (cf. Lc 1,39), per raggiungere chi vive alle periferie fisiche ed esistenziali di questa storia, affinché tutti possano sentirsi a casa nella nostra comunità. 

Grato per la disponibilità di tutti, vi abbraccio e benedico. don Fabio

 
 
 
 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here