Quattordici targhe per dire grazie a medici, infermieri, operatori socio sanitari e autisti: ecco i nomi 

0
506

All’ospedale Cardarelli di Napoli sono state consegnate 14 targhe a medici, infermieri, operatori socio sanitari, autisti dei diversi reparti, in segno di riconoscimento per il lavoro svolto nel corso di quest’anno.

La gentilezza, la dedizione al lavoro, la competenza e il coraggio nel difendere i colleghi aggrediti sono stati alla base della motivazione del riconoscimento.

L’ospedale ha poi voluto dare un particolare riconoscimento a Felicetto Ferraro, primario dell’Ematologia (nella foto di copertina con direttore generale Antonio d’Amore) appena andato in pensione, tra i medici del suo settore più importanti in Italia e autore di pubblicazioni scientifiche di grande rilievo nel campo delle patologie oncoematologiche.

“Il Cardarelli – sottolinea d’Amore – è ricco di persone e professionisti che lavorano quotidianamente con abnegazione e senso del dovere per il bene dei pazienti, diventando protagonisti di episodi meritevoli. Quest’anno abbiamo iniziato a consegnare dei riconoscimenti ad alcune di queste persone che vengono indicate da molti pazienti e colleghi come un esempio positivo. Premiare chi merita è un passo fondamentale nel percorso di rinnovamento che tutti insieme stiamo portando avanti all’interno del nostro ospedale, questa è la strada che dovremo perseguire anche nei prossimi anni”. 

La giornata è stata l’occasione anche per ringraziare le società BCC Napoli e CSA Spa per la sensibilità evidenziata, finanziando in qualità di sponsor l’intervento di restauro di alcuni quadri appartenenti al patrimonio storico del Cardarelli. Le attività di restauro prenderanno il via prossimamente, direttamente nei locali del padiglione monumentale dell’ospedale.

ECCO I PREMIATI E LE MOTIVAZIONI

 

Premiato 

Motivazione 

Maria Salzano, infermiera presso l’UOC di Ematologia con trapianto     Per la sua umanità e per la sua disponibilità sia nei confronti dei pazienti sia verso i colleghi

Il reparto si sta accreditando per le Car-T

Rita Rusciano, infermiera di Unità di Diagnostica Senologica   La Diagnostica Senologica, insieme alla Breast Unit ed all’oncologia ha ottenuto la certificazione di qualità dell’EUSOMA. Questi risultati si ottengono grazie a chi lavora in silenzio nei reparti
Anna Maria Di Micco, infermiera di oncologia Per l’umanità evidenziata verso i pazienti, la competenza, l’orientamento alla risoluzione dei problemi.
Infermieri e OSS del Pronto Soccorso OBI L’abnegazione e la professionalità evidenziata nella gestione dell’emergenza da parte del personale di comparto.
Barbara Amoroso, Loredana Limatola e Sara Ciotola – infermiere del reparto di Neurologia-Stroke Unit Sono una squadra vincente, un prezioso riferimento per tutti i pazienti, i colleghi e l’equipe medica.
Team per gestione della Miastenia Gravis Il centro per la Miastenia Gravis del Cardarelli è uno dei riferimenti più importanti in Italia e porta avanti eccellenti attività di ricerca, attraverso un intenso lavoro di clinica applicata
al personale del blocco operatorio del padiglione A   Nel 2023 il blocco operatorio del padiglione A ha raggiunto ottimi risultati in termini di performance per volume di attività e complessità delle attività operatorie
Vincenzo Faraone, infermiere coordinatore del PICC Team  

 

È stato il primo infermiere ad essere stato nominato Presidente di una società scientifica che vede la presenza sia di Medici che di Infermieri
Maria Neola, infermiera coordinatrice della Pneumologia 2    Il lavoro dei coordinatori è stato fondamentale per aumentare l’appropriatezza nell’utilizzo delle ore di straordinario
Giuseppina Di Costanzo, infermiere coordinatrice della Chirurgia Vascolare   Il lavoro dei coordinatori è stato fondamentale per aumentare l’appropriatezza nell’utilizzo delle ore di straordinario
Rosalia Capasso, Infermiera coordinatrice presso l’UOC Nefrologia e Dialisi   Il lavoro dei coordinatori è stato fondamentale per aumentare l’appropriatezza nell’utilizzo delle ore di straordinario
Michele Panico infermiere del reparto di Neuroradiologia  Il lavoro dei coordinatori è stato fondamentale per aumentare l’appropriatezza nell’utilizzo delle ore di straordinario
Raffaele Di Gennaro, infermiere coordinatore presso UOC Gastroenterologia  Il lavoro dei coordinatori è stato fondamentale per aumentare l’appropriatezza nell’utilizzo delle ore di straordinario
Antonio Carlo Raggi, Autista presso il servizio del trasporto interno dei pazienti Lo scorso novembre, nel corso di un’aggressione ai colleghi della Pneumologia 1 è tornato indietro per difendere i colleghi

 

 

Previous article44enne in manette, droga e soldi in una scatola di scarpe
Next articleLa Segretaria comunale si dimette dopo soli 30 giorni
Ha conseguito la laurea magistrale in Scienze della Comunicazione pubblica, d’impresa e pubblicità, presso l’Università degli Studi del Molise, la laurea magistrale in Scienze Motorie, presso l’Università degli Studi “Tor Vergata” di Roma e il Diploma Isef, presso l’Istituto Superiore di Educazione Fisica di Napoli. Tra le altre certificazioni ha conseguito anche il Master di I livello in Scienze della Comunicazione Pubblica. E’ giornalista pubblicista, iscritto all’Albo e all’Inpgi. Corrispondente del quotidiano nazionale “Il Mattino dal 1990”. Componente della Commissione Cultura dell’Ordine dei Giornalisti della Campania, docente e vicepreside negli istituti superiori di secondo grado. Ufficiale del corpo militare volontario della Croce Rossa Italiana. Addetto stampa per il Centro-Sud dell’Associazione Nazionale Militari della Croce Rossa Italiana. Già direttore responsabile, tra gli altri, dei periodici “Occhio sulla Città” e “Non solo Sport”. Ha collaborato con diverse testate giornalistiche (“Il Giornale di Napoli”, Roma, Napoli Metropoli, Idea Città, ecc.). Redattore delle testate online “Il Giornale di Caivano”, “Ergo Tv” e “Campania Press”. Ha collaborato e collabora con emittenti televisive regionali ed interregionali da oltre un ventennio (Capri Event, Telecapri News, Napoli Tivù). Tra i vari riconoscimenti figurano, per la sezione giornalismo, anche il Premio del concorso nazionale sulla legalità “Non tacerò” (anno 2016), il Premio Nazionale “Mario Fiore”, anno 2019, il Premio Internazionale “Liburia 2020” ed Il Premio “Città di Caivano 2022” (Leone d’Argento). Inoltre, nel maggio 2022 ha ricevuto la nomina di “Effettista Emerito” della contemporanea corrente pittorica italiana dell’Effettismo, mentre nel settembre 2023 gli è stato assegnato il Premio di riconoscimento alla carriera della XXIV edizione "The Grand Award to Excellence", per la sezione giornalismo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here