“Napoli a Sanremo”: è il libro de “Il Mattino” in omaggio ai suoi lettori

0
381

Da Renato Carosone a Roberto Murolo, da Nino D’Angelo a Massimo Ranieri. C’è tutto il meglio degli ultimi 70 anni di storia della musica napoletana e dei suoi grandi interpreti sul palco di Sanremo nell’ultimo libro della collana “Ieri, oggi e domani” del quotidiano “Il Mattino”.

Si tratta di “Napoli a Sanremo”, un volume curato di Federico Vacalebre, che lo storico quotidiano, fondato nel 1892 a Napoli da Edoardo Scarfoglio e Matilde Serao, darà in omaggio ai suoi lettori martedì 6 febbraio 2024 in tutte le edicole della Campania e della città di Roma, proprio in occasione dell’abbrivio della 74esima edizione del Festival di Sanremo.

“La canzone napoletana ha rappresentato l’archetipo del Festival”, così racconta Vacalebre nel capitolo introduttivo del libro che fa partire il viaggio canoro dai primordi della kermesse con il Festival partenopeo di canti, tradizioni e costumi che nel 1931 il direttore del Casinò municipale di Sanremo, il napoletano Luigi De Santis, affidò all’ideazione di Ernesto Murolo e Ernesto Tagliaferri.

Nel libro ci sono anche e soprattutto le grandi firme della canzone italiana: da Gino Paoli a Claudio Baglioni, da Roberto Vecchioni ad Antonello Venditti, che negli anni con interviste ed articoli hanno raccontato il Festival di Sanremo per “Il Mattino”.

E, ovviamente, i grandi nomi della canzone napoletana che hanno fatto la storia del Festival, da Tullio Pane a Nunzio Gallo, con la “doppietta” di Peppino Di Capri (1973 e 1976), il premio della giuria di qualità ad Edoardo De Crescenzo nel 1981, il trionfo di Massimo Ranieri nel 1988, fino alla sfida di quest’anno, anche linguistica, di Geolier.

“Dal cinema al teatro, dalla musica alla cultura da anni con questa collana di libri “Il Mattino” – evidenzia il direttore de Il Mattino, Francesco de Core – vuole raccontare anche ai più giovani nel modo più divulgativo possibile la storia e le storie delle eccellenze della nostra città, della nostra regione e del Mezzogiorno anche e soprattutto in un momento in cui il settore della cultura e degli spettacoli vive un momento molto felice anche per l’indotto economico che è in grado di generare e che è fondamentale per l’economia del Sud”.

Previous articleFDI. Schiano rieletto commissario provinciale. Barbato vince al seggio di Caivano
Next articleIncidente all’esterno del Parco Verde, auto capovolta
Ha conseguito la laurea magistrale in Scienze della Comunicazione pubblica, d’impresa e pubblicità, presso l’Università degli Studi del Molise, la laurea magistrale in Scienze Motorie, presso l’Università degli Studi “Tor Vergata” di Roma e il Diploma Isef, presso l’Istituto Superiore di Educazione Fisica di Napoli. Tra le altre certificazioni ha conseguito anche il Master di I livello in Scienze della Comunicazione Pubblica. E’ giornalista pubblicista, iscritto all’Albo e all’Inpgi. Corrispondente del quotidiano nazionale “Il Mattino dal 1990”. Componente della Commissione Cultura dell’Ordine dei Giornalisti della Campania, docente e vicepreside negli istituti superiori di secondo grado. Ufficiale del corpo militare volontario della Croce Rossa Italiana. Addetto stampa per il Centro-Sud dell’Associazione Nazionale Militari della Croce Rossa Italiana. Già direttore responsabile, tra gli altri, dei periodici “Occhio sulla Città” e “Non solo Sport”. Ha collaborato con diverse testate giornalistiche (“Il Giornale di Napoli”, Roma, Napoli Metropoli, Idea Città, ecc.). Redattore delle testate online “Il Giornale di Caivano”, “Ergo Tv” e “Campania Press”. Ha collaborato e collabora con emittenti televisive regionali ed interregionali da oltre un ventennio (Capri Event, Telecapri News, Napoli Tivù). Tra i vari riconoscimenti figurano, per la sezione giornalismo, anche il Premio del concorso nazionale sulla legalità “Non tacerò” (anno 2016), il Premio Nazionale “Mario Fiore”, anno 2019, il Premio Internazionale “Liburia 2020” ed Il Premio “Città di Caivano 2022” (Leone d’Argento). Inoltre, nel maggio 2022 ha ricevuto la nomina di “Effettista Emerito” della contemporanea corrente pittorica italiana dell’Effettismo, mentre nel settembre 2023 gli è stato assegnato il Premio di riconoscimento alla carriera della XXIV edizione "The Grand Award to Excellence", per la sezione giornalismo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here