IL CERIMONIALE. San Gennarello di Ottaviano, intitolato allo scienziato Piero Angela l’istituto comprensivo diretto dalla preside Iolanda Nappi

0
183

È la prima scuola in Campania ad essere intitolata allo scienziato Piero Angela. Si tratta dell’istituto San Gennarello di Ottaviano, presieduto dalla dirigente scolastica Iolanda Nappi.

E così, dopo le regioni di Piemonte, Lazio e Emilia Romagna, anche la Campania ha la sua scuola intitolata al  celebre giornalista e saggista italiano, autore e conduttore, tra l’altro, della notissima trasmissione scientifica “Super Quark”, scomparso il 13 agosto 2022 all’età di 93 anni.

Dunque a San Gennarello di Ottaviano l’omonimo plesso scolastico ha cambiato nome ed è diventato ufficialmente la prima scuola in Campania ad essere intitolata a Piero Angela.

Particolarmente suggestivo ed emozionante il cerimoniale ufficiale di intestazione, fortemente voluta dalla preside Nappi, che, fin dal primo momento, ha creduto in questo nuovo progetto di rilancio dell’istituto coinvolgendo l’intera platea scolastica.

“È una giornata storica per tutti noi – sottolinea Nappi – questa scuola fino ad ora non aveva un’identità nominale ed oggi ha recuperato alla grande, dedicandola ad una delle menti più creative ed innovative del panorama scientifico nazionale. Un’identità nominale a cui si aggiunge quella valoriale se si considera che sono stati proprio gli alunni del plesso a volere questa intitolazione, affascinanti dal personaggio, ma anche dall’uomo eccezionale che era Piero Angela”.

Al rituale hanno partecipato anche il sindaco Biagio Simonetti, l’assessore all’istruzione Virginia Nappo e l’assessore regionale alla scuola Lucia Fortini.

Tra gli ospiti presente pure lo scrittore e amico di Piero Angela, Massimo Polidoro, che, prima della cerimonia di intitolazione, ha interagito con alunni e alunne dell’istituto comprensivo rispondendo alle loro domande ispirate al rapporto con Piero Angela venuto fuori nel libro “La meraviglia del tutto”.

“Un’emozione grandissima – commenta Polidoro – vissuta con partecipazione e coinvolgimento.  Ricordare l’amico Piero è ogni volta un tributo alla sua memoria, ma anche la piena consapevolezza di aver avuto al nostro fianco una figura eccezionale di cui tutti noi dobbiamo fare tesoro”.

Previous articleGli Under 11 della scuola calcio Satellite al torneo Vindice Conte
Next article“La Primavera di Caivano” dalla Regione 3 milioni di euro per la riqualificazione urbana
Ha conseguito la laurea magistrale in Scienze della Comunicazione pubblica, d’impresa e pubblicità, presso l’Università degli Studi del Molise, la laurea magistrale in Scienze Motorie, presso l’Università degli Studi “Tor Vergata” di Roma e il Diploma Isef, presso l’Istituto Superiore di Educazione Fisica di Napoli. Tra le altre certificazioni ha conseguito anche il Master di I livello in Scienze della Comunicazione Pubblica. E’ giornalista pubblicista, iscritto all’Albo e all’Inpgi. Corrispondente del quotidiano nazionale “Il Mattino dal 1990”. Componente della Commissione Cultura dell’Ordine dei Giornalisti della Campania, docente e vicepreside negli istituti superiori di secondo grado. Ufficiale del corpo militare volontario della Croce Rossa Italiana. Addetto stampa per il Centro-Sud dell’Associazione Nazionale Militari della Croce Rossa Italiana. Già direttore responsabile, tra gli altri, dei periodici “Occhio sulla Città” e “Non solo Sport”. Ha collaborato con diverse testate giornalistiche (“Il Giornale di Napoli”, Roma, Napoli Metropoli, Idea Città, ecc.). Redattore delle testate online “Il Giornale di Caivano”, “Ergo Tv” e “Campania Press”. Ha collaborato e collabora con emittenti televisive regionali ed interregionali da oltre un ventennio (Capri Event, Telecapri News, Napoli Tivù). Tra i vari riconoscimenti figurano, per la sezione giornalismo, anche il Premio del concorso nazionale sulla legalità “Non tacerò” (anno 2016), il Premio Nazionale “Mario Fiore”, anno 2019, il Premio Internazionale “Liburia 2020” ed Il Premio “Città di Caivano 2022” (Leone d’Argento). Inoltre, nel maggio 2022 ha ricevuto la nomina di “Effettista Emerito” della contemporanea corrente pittorica italiana dell’Effettismo, mentre nel settembre 2023 gli è stato assegnato il Premio di riconoscimento alla carriera della XXIV edizione "The Grand Award to Excellence", per la sezione giornalismo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here