Cardito, un torneo di calcio in memoria di Lino Romano

0
642

A Cardito semaforo verde per il torneo di calcio in memoria di Lino Romano, il 30enne ucciso per errore il 15 ottobre 2012 da due sicari in sella ad   una   moto   a   Napoli,   nel   quartiere   di   Marianella,   al   confine   con Scampia, perché scambiato per uno spacciatore (vero bersaglio dei killer) a cui assomigliava.

La kermesse sportiva, organizzata dalla scuola calcio “A.S. D. Cardito Calcio” e riservata agli allievi nati negli anni 2012, 2013 e 2014, si svolgerà presso il Centro sportivo di viale Kennedy e ricorderà anche altre vittime innocenti di mafia e camorra, di cui le squadre prenderanno il nome: don Peppino Diana, Giovanni Falcone, Paolo Borsellino, Giuseppe Di Matteo e Giogiò Cutolo.

“La manifestazione – spiegano i responsabili dell’Asd Cardito – ha l’obiettivo di focalizzare l’attenzione dei giovani giocatori su insegnamenti che vanno oltre l’aspetto calcistico e mira ad utilizzare lo sport come un metodo di lotta alle organizzazioni mafiose e camorristiche, perché l’arma più potente per combattere la mafia è la conoscenza. Pertanto vogliamo proporre un sano modello di comportamento, sia in campo che fuori dal terreno di gioco”.

Previous articleAlla guida della cosa pubblica ci devono stare gli aristoi e non…
Next articleOpen week, dal 18 al 24 aprile visite gratuite negli ospedali con il bollino rosa
Ha conseguito la laurea magistrale in Scienze della Comunicazione pubblica, d’impresa e pubblicità, presso l’Università degli Studi del Molise, la laurea magistrale in Scienze Motorie, presso l’Università degli Studi “Tor Vergata” di Roma e il Diploma Isef, presso l’Istituto Superiore di Educazione Fisica di Napoli. Tra le altre certificazioni ha conseguito anche il Master di I livello in Scienze della Comunicazione Pubblica. E’ giornalista pubblicista, iscritto all’Albo e all’Inpgi. Corrispondente del quotidiano nazionale “Il Mattino dal 1990”. Componente della Commissione Cultura dell’Ordine dei Giornalisti della Campania, docente e vicepreside negli istituti superiori di secondo grado. Ufficiale del corpo militare volontario della Croce Rossa Italiana. Addetto stampa per il Centro-Sud dell’Associazione Nazionale Militari della Croce Rossa Italiana. Già direttore responsabile, tra gli altri, dei periodici “Occhio sulla Città” e “Non solo Sport”. Ha collaborato con diverse testate giornalistiche (“Il Giornale di Napoli”, Roma, Napoli Metropoli, Idea Città, ecc.). Redattore delle testate online “Il Giornale di Caivano”, “Ergo Tv” e “Campania Press”. Ha collaborato e collabora con emittenti televisive regionali ed interregionali da oltre un ventennio (Capri Event, Telecapri News, Napoli Tivù). Tra i vari riconoscimenti figurano, per la sezione giornalismo, anche il Premio del concorso nazionale sulla legalità “Non tacerò” (anno 2016), il Premio Nazionale “Mario Fiore”, anno 2019, il Premio Internazionale “Liburia 2020” ed Il Premio “Città di Caivano 2022” (Leone d’Argento). Inoltre, nel maggio 2022 ha ricevuto la nomina di “Effettista Emerito” della contemporanea corrente pittorica italiana dell’Effettismo, mentre nel settembre 2023 gli è stato assegnato il Premio di riconoscimento alla carriera della XXIV edizione "The Grand Award to Excellence", per la sezione giornalismo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here