LA RASSEGNA. “Caivano Music Festival 2024”: all’istituto “Milani” in scena centinaia di talenti in erba

0
779

A Caivano cala il sipario sulla II Rassegna Musicale, dal titolo “Caivano Music Festival”, riservata agli alunni delle scuole secondarie di I e II grado aderenti alla rete di scopo interprovinciale “Vivo per lei: insieme per la diffusione della cultura musicale”. La grande kermesse musicale, che ha riscosso un grande successo di partecipazione, così come la precedente edizione, è stata promossa e organizzata dall’istituto comprensivo “S.M. Milani” di Caivano, diretto magistralmente dall’infaticabile preside Filomena Zullo (nella foto in basso).

La rassegna si è svolta presso l’Auditorium del Plesso di via Foscolo, nei giorni 21 e 22 maggio 2024. E così sul palco si sono alternati centinaia e talentuosi baby musicisti che, con tanto entusiasmo e smisurata passione, si sono esibiti in straordinarie ed applauditissime performances, sotto lo sguardo vigile, attento e professionale dei loro docenti.

Al maxi evento hanno partecipato istituti provenienti da diverse province della Campania: Liceo Scientifico/Musicale “F. Severi” (Castellammare di Stabia ), istituto comprensivo “Vietri sul mare”  (Vietri sul mare), I.C. “Luca Tozzi”- Frignano (Caserta), I.C. “De Filippo” (Poggiomarino), I.C.“A. D’Avino” (Striano), I.C. “Maddaloni 1 Villaggio” (Maddaloni) e, con collegamento a distanza, I.C. “Santa Marina- Policastro”- Policastro (Salerno), I.C. “Santa Croce” (Sapri), I.C. “Teodoro Gaza” San Giovanni a Piro (Salerno).

Con tale maxi manifestazione, l’istituto comprensivo “Scuola Media Milani” ha voluto dare un taglio all’evento di rete di cui è capofila, all’insegna del sostegno e della solidarietà educativa verso le scuole che stanno svolgendo il Progetto Pilota, primo in Italia, giusto protocollo d’intesa con il MIM stipulato in data 11/10/2023.

“Tutto ciò – spiega la dirigente scolastica Zullo – alla luce dei gravi eventi avvenuti nel mese di agosto nel territorio di Caivano nei confronti di minori, risaltati in tutte le pagine della cronaca, che hanno determinato importanti interventi normativi e promozione di azioni progettuali da parte del Governo per la prevenzione e lotta alla dispersione scolastica, con riflessi su tutte le attività scolastiche nel territorio nazionale”.

Da annotare che l’importante evento musicale ha visto uniti alunni, docenti e dirigenti scolastici, nonostante le distanze geografiche delle loro sedi scolastiche.

“Un grande gemellaggio – sottolinea la professoressa Zullo – mosso dalla passione per il linguaggio universale della musica e dalla convinzione che attraverso la sua trasversalità sia possibile far crescere la personalità dei bambini, dei ragazzi e dei giovani in tutte le sue sfaccettature e in armonia nella relazione con sé stessi e con l’altro, in un dialogo costruttivo di rispetto delle nostre radici storiche e della realtà in cui viviamo”.

Vario e ricco anche il repertorio, presentato con diverse specialità strumentali che caratterizzavano i diversi istituti esibitisi, sia in orchestra che in coro di voci bianche, che ensemble: da Bach, a Beethoven, da Dvorak ai Beatles, dalle arie della Lirica romantica, alla canzone moderna, dalla musica classica napoletana, alla musica da sala latino-americana.

“Questa seconda edizione della rassegna musicale – aggiunge la preside Zullo – è stata una grande occasione di valorizzazione delle eccellenze nelle competenze linguistico -musicali e di orientamento per gli alunni provenienti dalle scuole delle diverse province della regione Campania. L’auspicio – conclude il capo d’istituto – è che la rete interprovinciale “Vivo per lei” possa continuare a regalarci nei prossimi anni scolastici nuove e grandi emozioni, anche con la partecipazione di nuove eccellenze scolastiche musicali del territorio campano”. Naturalmente l’appuntamento è per la terza edizione!

Previous articleLA PROCLAMAZIONE. Il 15enne beato Carlo Acutis diventerà santo
Next articleGiorgia grazie, sei la benvenuta! A quando la metropolitana?
Ha conseguito la laurea magistrale in Scienze della Comunicazione pubblica, d’impresa e pubblicità, presso l’Università degli Studi del Molise, la laurea magistrale in Scienze Motorie, presso l’Università degli Studi “Tor Vergata” di Roma e il Diploma Isef, presso l’Istituto Superiore di Educazione Fisica di Napoli. Tra le altre certificazioni ha conseguito anche il Master di I livello in Scienze della Comunicazione Pubblica. E’ giornalista pubblicista, iscritto all’Albo e all’Inpgi. Corrispondente del quotidiano nazionale “Il Mattino dal 1990”. Componente della Commissione Cultura dell’Ordine dei Giornalisti della Campania, docente e vicepreside negli istituti superiori di secondo grado. Ufficiale del corpo militare volontario della Croce Rossa Italiana. Addetto stampa per il Centro-Sud dell’Associazione Nazionale Militari della Croce Rossa Italiana. Già direttore responsabile, tra gli altri, dei periodici “Occhio sulla Città” e “Non solo Sport”. Ha collaborato con diverse testate giornalistiche (“Il Giornale di Napoli”, Roma, Napoli Metropoli, Idea Città, ecc.). Redattore delle testate online “Il Giornale di Caivano”, “Ergo Tv” e “Campania Press”. Ha collaborato e collabora con emittenti televisive regionali ed interregionali da oltre un ventennio (Capri Event, Telecapri News, Napoli Tivù). Tra i vari riconoscimenti figurano, per la sezione giornalismo, anche il Premio del concorso nazionale sulla legalità “Non tacerò” (anno 2016), il Premio Nazionale “Mario Fiore”, anno 2019, il Premio Internazionale “Liburia 2020” ed Il Premio “Città di Caivano 2022” (Leone d’Argento). Inoltre, nel maggio 2022 ha ricevuto la nomina di “Effettista Emerito” della contemporanea corrente pittorica italiana dell’Effettismo, mentre nel settembre 2023 gli è stato assegnato il Premio di riconoscimento alla carriera della XXIV edizione "The Grand Award to Excellence", per la sezione giornalismo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here