Giornata Mondiale dei Malati di Lebbra, vendita miele e lotteria per beneficenza

0
1984

Dal 1954, su sollecitazione di Raoul Follereau,  il movimento di solidarietà è impegnato a celebrare, nell’ultima domenica di gennaio, la Giornata Mondiale dei Malati di Lebbra (GML) per sensibilizzare alla lotta contro la lebbra e tutte le lebbre (fame, povertà, malattie, egoismo, guerre, ingiustizie, ecc.) e per raccogliere sostegni concreti per condurre questa sfida.
La GML 2015, che si tiene il 25 gennaio, è arrivata alla 62a edizione. Aifo ha scelto come motto per quest’anno: Vivere è aiutare a vivere, una frase di Follereau che esprime con semplicità e chiarezza il dovere della solidarietà.

images41O2UIWGNelle piazze i banchetti propongono il “Miele della solidarietà” per finanziare i progetti Aifo nel mondo, a Caivano, come ogni anno i vasetti sono stati venduti alla chiesa S. Paolo Apostolo al Parco Verde, e saranno riproposti anche domenica prossima, 1 febbraio.

In vendita anche i biglietti della lotteria benefica ‘Opera di Beneficenza’ 62′ giornata mondiale dei malati di lebbra, l’estrazione avverrà nella chiesa del Parco Verde il 22 Marzo dopo la messa delle ore 20.00bigl lott

 

 

Previous articleStrade piene di rifiuti. Di chi la colpa?
Next articleScuola, protesta alla ‘Papa Giovanni’ contro il trasloco dei Pc
Pasquale Gallo, nella comunicazione da più di vent’anni, ha studiato Marketing e Quality e cura diverse campagne pubblicitarie regionali. Giornalista pubblicista dal 2007, ha sempre scritto di sport, partendo da testate cartacee come Cronache di Napoli, Il Roma e Il Partenopeo, entrando nel web fondando Pianetanapoli nel 2006. Ad oggi oltre ad essere editore di Zona Calcio, portale e trasmissione radiofonica, collabora con TuttoCasertana e Capri Event Tv. Nel 2015 fonda IlgiornalediCaivano.it che non è solo un progetto editoriale, ma un vero punto di riferimento per l’intera cittadinanza con un continuo interagire attraverso email e social network.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here