Una lettrice segnala il degrado in cui versa l’area esterna dell’Ufficio Postale di Caivano

0
1378

Gentile direttore,
martedì scorso, al rientro ho trovato nella cassetta della posta un avviso di raccomandata ed ho dovuto per questo recarmi all’ufficio postale di Caivano, cosa che non facevo da anni, grazie alla telematica.
Sono rimasta, a dir poco, allibita! Il cortile antistante all’edificio, all’interno del cancello, è peggio di una discarica a cielo aperto. A prescindere dalle più elementari norme igieniche, ( è estate, abbiamo quasi tutti scarpe aperte e i bambini hanno gran parte del corpo scoperto),lo spettacolo desolante che si osserva è simile a quello di una favelas di un paese del terzo mondo. Possibile che ci siamo abituati anche a questo?
Possibile che il mio paese sia sceso così in basso da non rendere nemmeno decoroso l’ingresso di un ufficio che offre un servizio utile a tutti i cittadini?
Il mio appello non vuole essere polemico, né suscitare un coro di sottrazione di responsabilità , come sempre avviene in questi casi (magari il comune che afferma che la competenza è dell’istituzione “Poste e Comunicazioni” e viceversa), ma una richiesta di civiltà: si può chiedere a chi di competenza, ma anche se non lo è , di pulire quello spazio e invitare i cittadini a vegliare sul mantenimento della pulizia?
Grazie per l’attenzione

C.T.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here