Caivano, anche la modella Miriam Lanzetta alla finale regionale di Miss Italia

0
4243

MIIAMdi FRANCESCO CELIENTO

CAIVANO – Due ragazze di Caivano tentano la scalata stasera (23 agosto) a Pompei a Miss Italia. A Maria Grazia Autieri, di cui ne abbiamo già parlato nei giorni scorsi, si è aggiunta la modella Miriam Lanzetta, la quale ha conquistato l’accesso alla finalissima regionale in extremis nella tappa provinciale svoltasi a Sant’Arpino qualche giorno fa, dove è giunta terza vincendo la fascia di Miss Cotonella.

Miriam, 23 anni appena compiuti, altezza 1,73, è laureata in economia delle imprese finanziarie ed iscritta alla specialistica di economia e commercio, artisticamente si è formata nella scuola di portamento di Anthony Palmieri,  già qualche anno partecipata a sfilate ed eventi di spettacoli vari. Infatti, è stata protagonista in passerella più volte di “Caivano Moda” e non solo.

Previous articleKickboxing: Oggi tre caivanesi partono per gli europei di Spagna
Next articleCalcio. Amichevole Boys Caivanese – Afragolese 1-1
Francesco Celiento, giornalista dal 1997, diventa pubblicista a soli 22 anni scrivendo il suo primo articolo nel 1992. Inizia a collaborare con quotidiani come "Il Giornale di Napoli" "Il Roma", "Cronache di Napoli" come corrispondente locale di cronaca nera, bianca e sport. Può vantare diverse collaborazioni nel corso della sua carriera, con i giornali: "Napoli Metropoli", "Ideacittà", "Cogito", "Non solo sport", "Freepress", "L'orizzonte", "Città del fare News". Ha lavorato come addetto stampa del comune di Caivano (2004) e di Frattamaggiore (2006); si è inoltre occupato di rassegne stampa nel mondo della moda e dei concorsi di bellezza (Miss Italia, Miss Mondo). Collabora con il Giornale di Caivano dal 2015, anno in cui insieme a Pasquale Gallo, ha fondato il blog. Da pochi mesi è addetto stampa dell'osservatorio per la legalità di Scampia. Ha avuto diversi riconoscimenti alla carriera, come il Premio Giornalistico "Don Gaetano Capasso" e la menzione speciale, come giornalista locale, per il Premio Eccellenze di Caivano nel 2017.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here