Aggredito in municipio il sindaco Monopoli: il gesto è colpa anche di settori politici che usano linguaggi mafiosi

0
4386

CAIVANO – Ancora un’aggressione ai danni delle istituzioni. Stamane 16 settembre il sindaco di Caivano Simone Monopoli ha subito un’aggressione da parte di un cittadino, probabilmente un disoccupato, che gli ha sferrato uno schiaffo nell’ufficio comunale di via De Gasperi. Monopoli sta in queste ore denunciando il fatto presso la Tenenza dei Carabinieri.

Ecco il comunicato stampa stampa ufficiale del Comune: Aggredito il sindaco di Caivano al Municipio. La reazione del primo cittadino: “Non solo disperazione. C’è chi fomenta il disagio utilizzando linguaggi mafiosi, bugie e offese per frenare un corso di buon governo” Caivano. L’aggressione che ho subito questa mattina al Municipio, nell’esercizio delle mie funzioni, rappresenta l’ennesima conseguenza non solo della disperazione della gente ma di una strategia della tensione che alcuni settori politici, da mesi, portano avanti sui social e in città utilizzando un linguaggio di stampo mafioso ed atteggiamenti ai limiti dell’intimidazione. Di fronte a questo becero e vergognoso modo di intendere il confronto politico, rispondiamo e risponderemo con il nostro stile, con il nostro impegno volto alla risoluzione dei problemi. In questa città non permetteremo al male di riemergere dalle ceneri; né consentiremo ai colpevoli del degrado del nostro territorio, protagonisti negli anni di una politica affaristica, clientelare e legata ad interessi personali, di alimentare e strumentalizzare ulteriormente, con offese, menzogne e atteggiamenti antidemocratici, la disperazione dei disagiati col fine subdolo di ostacolare un percorso di buon governo, di legalità e di sani valori alternativo al malaffare che ha caratterizzato ampi settori della politica degli anni scorsi. Caivano resta una comunità sana, formata da persone oneste. Le forze sane sapranno prendere le distanze da chi utilizza la violenza e da chi la fomenta cercando di sopperire all’assenza di contenuti.

Al sindaco va la solidarietà della redazione del blog ilgiornaledicaivano.it

Previous articleCadavere rinvenuto di fronte al Parco Verde: sarebbe morto da un mese. Ignota l’identità
Next articleIncidente stradale a Pascarola, traffico sulla Sannitica
Francesco Celiento, giornalista dal 1997, diventa pubblicista a soli 22 anni scrivendo il suo primo articolo nel 1992. Inizia a collaborare con quotidiani come "Il Giornale di Napoli" "Il Roma", "Cronache di Napoli" come corrispondente locale di cronaca nera, bianca e sport. Può vantare diverse collaborazioni nel corso della sua carriera, con i giornali: "Napoli Metropoli", "Ideacittà", "Cogito", "Non solo sport", "Freepress", "L'orizzonte", "Città del fare News". Ha lavorato come addetto stampa del comune di Caivano (2004) e di Frattamaggiore (2006); si è inoltre occupato di rassegne stampa nel mondo della moda e dei concorsi di bellezza (Miss Italia, Miss Mondo). Collabora con il Giornale di Caivano dal 2015, anno in cui insieme a Pasquale Gallo, ha fondato il blog. Da pochi mesi è addetto stampa dell'osservatorio per la legalità di Scampia. Ha avuto diversi riconoscimenti alla carriera, come il Premio Giornalistico "Don Gaetano Capasso" e la menzione speciale, come giornalista locale, per il Premio Eccellenze di Caivano nel 2017.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here