Divieto di avvicinamento per l’aggressore del sindaco Monopoli

0
1890

di FRANCESCO CELIENTO

CAIVANO – E’ iniziato ieri mattina (17 settembre) il processo all’aggressore del sindaco di Caivano Simone Monopoli, schiaffeggiato in Comune il giorno precedente da un disoccupato 57enne di Caivano. La sentenza verrà emessa di ottobre in quanto sono stati chiesti e concessi i termini di difesa. Comunque, il giudice monocratico del Tribunale di Napoli Nord ha stabilito che l’uomo, ora a piede libero, non potrà avvicinarsi a meno di 100 metri dal sindaco, come misura cautelare. L’aggressore, fermato dai carabinieri di Caivano e sottoposto a fermo di P.G. convalidato dal giudice che ha sottolineato la predemeditazione del gesto (l’aveva annunciato puntualmente il giorno prima su Facebook, ndr), si sarebbe difeso in tribunale parlando genericamente di promesse elettorali non mantenute, secondo quanto trapela da ambiente giudiziari.

Intanto, è polemica per il comunicato stampa del sindaco Monopoli in cui il primo cittadino ha posto l’accento sul fatto che il gesto è frutto non solo della disperazione della gente, ma anche del clima alimentato da certi settori dell’opposizione che userebbero
un linguaggio mafioso.

Previous articleAcerra, questa sera Renzo Arbore in concerto gratuito
Next articleL’Algida annuncia 150 esuberi, mentre i politici locali litigano…
Francesco Celiento, giornalista dal 1997, diventa pubblicista a soli 22 anni scrivendo il suo primo articolo nel 1992. Inizia a collaborare con quotidiani come "Il Giornale di Napoli" "Il Roma", "Cronache di Napoli" come corrispondente locale di cronaca nera, bianca e sport. Può vantare diverse collaborazioni nel corso della sua carriera, con i giornali: "Napoli Metropoli", "Ideacittà", "Cogito", "Non solo sport", "Freepress", "L'orizzonte", "Città del fare News". Ha lavorato come addetto stampa del comune di Caivano (2004) e di Frattamaggiore (2006); si è inoltre occupato di rassegne stampa nel mondo della moda e dei concorsi di bellezza (Miss Italia, Miss Mondo). Collabora con il Giornale di Caivano dal 2015, anno in cui insieme a Pasquale Gallo, ha fondato il blog. Da pochi mesi è addetto stampa dell'osservatorio per la legalità di Scampia. Ha avuto diversi riconoscimenti alla carriera, come il Premio Giornalistico "Don Gaetano Capasso" e la menzione speciale, come giornalista locale, per il Premio Eccellenze di Caivano nel 2017.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here