Vito Coppola interviene sulla refezione: quello che i cittadini devono sapere…

2
2485

Cari cittadini,

Il servizio di refezione scolastica è un servizio a domanda individuale, così come previsto dal Ministero dell’Interno con decreto del 31/12/83, per cui l’Ente ha l’obbligo giuridico di coprire almeno il 36% del costo del servizio con i proventi dell’utenza. Nell’anno scolastico 2014/2015 la spesa complessiva sostenuta dall’Ente è stata pari a € 527.262 + IVA al 4%, mentre i ricavi dalle quote di compartecipazione da parte dell’utenza sono stati pari a € 355.000,00, con una copertura del servizio pari al 67,32%. Per cui il Comune di Caivano è da considerarsi una realtà virtuosa.

La competenza a deliberare le tariffe della refezione scolastica è della Giunta Municipale. Negli ultimi cinque anni il costo del pasto per la 1ᵃ fascia ha subito due incrementi:

  • Il primo aumento è stato deliberato dall’Amministrazione Comunale presidiata dal Sindaco Falco con delibera di Giunta n° 276 del 01/08/2013. Partecipavano alla formazione dell’atto i sottoelencati Assessori:
  • Angelino Pasquale;
  • Carofilo Giuseppe;
  • Cosaburo Francesco;
  • Di Michele Luigi;
  • Emione Francesco;
  • Orsini Angelo;
  • Purcaro Alfredo.

Per effetto di tale delibera, il costo del pasto passava da € 3,30 a € 3,46, per cui la quota di compartecipazione a carico dell’utenza passava da €1,70 a € 1,80;

  • Il secondo aumento veniva deliberato da Commissario Straordinario Dott. Contarino con atto n° 235 del 17/07/2014. Per effetto di tale deliberazione passava da € 3,46 a € 3,66, per cui la quota di compartecipazione a carico dell’utenza passava da € 1,80 a € 2,00.

 

L’Amministrazione Comunale presidiata dal Sindaco Monopoli, con determina di Giunta Municipale n° 227 del 16/07/2015, ha confermato il costo unitario di € 3,66 per pasto, mentre la quota di compartecipazione a carico dell’utenza resta di € 2,00. Per cui non c’è stato alcun aumento.

Tutto ciò si evince dal sottoelencato prospetto:

Anno scolastico Amministrazione Costo unitario

(€)

Quota per buono pasto

(€)

Totale per n° 20 buoni (€) 30%

(€)

50%

(€)

Del. di Giunta n°
2011/2012 Sindaco Falco 3,30 1,70 34,00 23,80 17,00 208
2012/2013 Sindaco Falco 3,46 1,80 36,00 25,20 18,00 232
2013/2014 Sindaco Falco 3,46 1,80 36,00 25,20 18,00 276
2014/2015 Commissario Straordinario Contarino 3,66 2,00 40,00 28,80 20,00 235
2015/2016 Sindaco Monopoli 3,66 2,00 40,00 28,80 20,00 227

 

Per quello che concerne il sostegno alle famiglie indigenti, l’Amministrazione Comunale in attuazione della delibera n° 301 del 25/09/2015 ha previsto un’esenzione del ticket per la refezione per n° 150 alunni frequentanti la scuola dell’obbligo.

In attuazione del predetto deliberato si è provveduto alla stampa e alla pubblicizzazione dell’avviso pubblico, con scadenza in data 12/10/2015. Alla scadenza dell’avviso si provvederà alla verifica dei requisiti dei richiedenti. In caso di attestazione ISEE pari a 0 l’Ufficio attuerà le procedure di controllo sulla veridicità delle informazioni fornite.

Va precisato a tal riguardo che nell’anno 2014 non ci sono state esenzioni. Negli anni precedentici sono state esenzioni gestite dal Settore delle Politiche Sociali. Inoltre si ritiene opportuno precisare che il ticket è gratuito per gli alunni diversamente abili riconosciuti dall’ASL.

La qualità dei pasti è periodicamente sottoposta ai controlli della competente ASL. Parimenti per quanto concerne il menù la sua composizione è stabilita dallo stesso organo sanitario e approvato dal Comitato Mensa che si riunisce con cadenza bimestrale e che mai ha rilevato doglianze in questi anni, come non sono state rilevate doglianze né applicate penali all’attuale gestore del servizioche assicura il servizio di refezione scolastica ininterrottamente sul territorio del Comune di Caivano dal lontano 1989.

Gara – Rinnovo – Proroghe

Le procedure di gara per qualsiasi servizio e fornitura si svolgono sulla base di un atto propedeutico di indirizzo da parte dell’Amministrazione Comunale.

Negli ultimi cinque anni non si è mai svolta una gara pluriennale, ma si è proceduto con gare di non più di n° 6 mesi precedute da proroghe tecniche e rinnovi. Vedi prospetto (cliccare sopra per ingrandire)

refezione005

 

La rinnovazione disposta dallo scrivente si è resa necessaria per assicurare all’utenza un servizio indispensabile. Appena l’Amministrazione Comunale adotterà un atto di indirizzo in cui definirà l’arco temporale della prossima gara e le modalità di svolgimento della stessa, l’Ufficio e segnatamente il RUP valuterà le soluzioni più opportune per garantire il servizio all’utenza nelle more dell’espletamento della gara.

Per concludere, spetta all’Amministrazione Comunale provvedere alla rimodulazione delle tariffe. Naturalmente, tale operazione può essere effettuata solo a conclusione dell’anno scolastico 2015/2016, quando si conoscerà con esattezza la spesa sostenuta dall’Ente, gli introiti dell’utenza nonché l’incidenza degli esoneri disposti dall’Amministrazione Comunale.

Infine si ritiene opportuno precisare che la presenza di tariffe differenziate per classi di reddito risponde all’esigenza di agire in conformità a quanto previsto dall’art. 53 della Costituzione, il quale stabilisce che il sistema tributario è informato a criteri di progressività, per cui tutti sono tenuti a concorrere alle spese pubbliche in ragione della loro capacità contributiva.

 

Caivano, lì 07/10/2015

 

 

 

 

Il Responsabile del Settore Pubblica Istruzione

Dott. Vito Coppola

Previous articleSpeciale 80esima Coppa Caivano. Il video dell’evento
Next articleANTEPRIMA\L’avvocato Acerra passa con “Liberi Cittadini” di Emione… e ritorna nel centrosinistra
Francesco Celiento, giornalista dal 1997, diventa pubblicista a soli 22 anni scrivendo il suo primo articolo nel 1992. Inizia a collaborare con quotidiani come "Il Giornale di Napoli" "Il Roma", "Cronache di Napoli" come corrispondente locale di cronaca nera, bianca e sport. Può vantare diverse collaborazioni nel corso della sua carriera, con i giornali: "Napoli Metropoli", "Ideacittà", "Cogito", "Non solo sport", "Freepress", "L'orizzonte", "Città del fare News". Ha lavorato come addetto stampa del comune di Caivano (2004) e di Frattamaggiore (2006); si è inoltre occupato di rassegne stampa nel mondo della moda e dei concorsi di bellezza (Miss Italia, Miss Mondo). Collabora con il Giornale di Caivano dal 2015, anno in cui insieme a Pasquale Gallo, ha fondato il blog. Da pochi mesi è addetto stampa dell'osservatorio per la legalità di Scampia. Ha avuto diversi riconoscimenti alla carriera, come il Premio Giornalistico "Don Gaetano Capasso" e la menzione speciale, come giornalista locale, per il Premio Eccellenze di Caivano nel 2017.

2 COMMENTS

  1. INCREDIBILE FORSE CAIVANO E L’UNICO COMUNE AL MONDO DOVE UNA SOCIETA’ LAVORA PER LO STESSO ININTERROTTAMENTE DA 26 ANNI COME SE NON ESISTESSERO ALTRE SOCIETA’ CHE POTESSERO FORNIRE TALE SERVIZIO A PREZZO INFERIORE E QUALITATIVAMENTE MIGLIORE HO FORSE TUTTE LE VOLTE CHE QUALCHE SOCIETA’ HA PARTECIPATO ALLA GARA D’APPALTO HA TROVATO TALI E TANTI PALETTI NEL CAPITOLATO DA ESSERE ESCLUSA A PRIORI…. UNA DOMANDA: “CHI E’ IL DIRIGENTE CHE HA GESTITO IL V° SETTORE NEGLI ULTIMI 26 ANNI????????

  2. UN VECCHIO DETTO LOCALE RECITA COSI’: ” SANTU MANGIONE E’ NATO PRIMA DEL PADRETERNO”………..

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here