Caivano, convegno con giudici, poliziotti e testimoni di giustizia, grazie all’associazione Caponnetto

0
2151

nino4di FRANCESCO CELIENTO

CAIVANO – Un convegno con giudici, poliziotti e testimoni di giustizia. Si tratta sicuramente di uno dei primi eventi tenuti da esperti di criminalità organizzata in città, un incontro sul tema “Camorra, il coraggio di denunciare. Le storie vere”, che si terrà venerdì 18 dicembre presso l’hotel Il Roseto di Caivano, organizzato dall’associazione Antonino Caponnetto, dall’Associazione Nazionale Carabinieri, sezione di Giugliano, dal periodico “La voce delle voci”, con il patrocinio morale del Comune di Caivano . Dalle ore 16, dopo i saluti di Elvio Di Cesare, segretario nazionale dell’associazione antimafia intitolata al mitico capo del pool antimafia di Palermo negli anni ‘80, seguiranno i saluti del sindaco di Caivano Simone Monopoli e del rappresentante dell’associazione nazionale carabinieri, Marino Franzoni.

La parte più interessante del convegno è affidata al procuratore capo di Santa Maria Capua Vetere, Maria Antonietta Troncone, la quale guida un distretto inquirente fra i più caldi di tutta Italia. A seguire gli interventi di tre magistrati della Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli, Francesco Valentini, Raffaello Falcone e Catello Maresca, quest’ultimo molto impegnato nel contrasto ai Casalesi. Seguirà la relazione del capo della squadra mobile di Napoli, Fausto Lamparelli, del viceprefetto Gabriella D’Orso, del parroco di Caivano don Maurizio Patriciello e del medico per l’ambiente Antonio Marfella.

Infine, prenderà la parola anche un testimone di giustizia, Luigi Leonardi. Al convegno anche i familiari di Lino Romano, il ragazzo di Cardito, vittima innocente della camorra. Invitati a partecipare tutti i sindaci dell’area a nord di Napoli e i rappresentanti dell’Arma dei Carabinieri. L’incontro sarà ripreso dalla tv Julie Italia nell’ambito di una puntata speciale de ‘Il Corvo’, che andrà in onda venerdì 18 dicembre alle 22.30, e sarà moderato da Rita Pennarola, giornalista d’assalto de “La voce delle voci”. (DAL NUMERO 24 DEL 12 DICEMBRE DEL PERIODICO CAIVANO PRESS)

Previous articleCaivano, sequestro di 8 tonnellate di sigarette
Next articleCaivanese non vuol pagare la spesa e minaccia con un coltello i dipendenti
Francesco Celiento, giornalista dal 1997, diventa pubblicista a soli 22 anni scrivendo il suo primo articolo nel 1992. Inizia a collaborare con quotidiani come "Il Giornale di Napoli" "Il Roma", "Cronache di Napoli" come corrispondente locale di cronaca nera, bianca e sport. Può vantare diverse collaborazioni nel corso della sua carriera, con i giornali: "Napoli Metropoli", "Ideacittà", "Cogito", "Non solo sport", "Freepress", "L'orizzonte", "Città del fare News". Ha lavorato come addetto stampa del comune di Caivano (2004) e di Frattamaggiore (2006); si è inoltre occupato di rassegne stampa nel mondo della moda e dei concorsi di bellezza (Miss Italia, Miss Mondo). Collabora con il Giornale di Caivano dal 2015, anno in cui insieme a Pasquale Gallo, ha fondato il blog. Da pochi mesi è addetto stampa dell'osservatorio per la legalità di Scampia. Ha avuto diversi riconoscimenti alla carriera, come il Premio Giornalistico "Don Gaetano Capasso" e la menzione speciale, come giornalista locale, per il Premio Eccellenze di Caivano nel 2017.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here