Sveglia Caivano sollecita l’amministrazione comunale ad adottare il bilancio partecipativo

0
1485

P1040254riceviamo e volentieri pubblichiamo: comunicato stampa ass. Sveglia Caivano

CAIVANO – Rendere le associazioni realmente protagoniste e partecipi nella gestione di progetti di utilità sociale del comune di Caivano. E’ questo il senso della proposta formalizzata dall’associazione “Sveglia Caivano” e protocollata al Comune in cui si invita l’amministrazione guidata dal sindaco Simone Monopoli ad adottare il “bilancio partecipativo” in sede di programmazione del prossimo esercizio di bilancio.

“Si tratta di un’ esperienza – afferma il fondatore di Sveglia Caivano, Nino Navas – già praticata con risultati positivi in diversi altri comuni anche della provincia di Napoli. Attraverso questo strumento si coinvolgono le associazioni in progetti mirati che possono rappresentare un elemento di crescita della comunità con un ampliamento dei servizi e dell’offerta sia sul piano delle politiche sociali, dell’assistenza, della cultura, dell’integrazione. Noi crediamo molto – continua Navas – nel ruolo delle associazioni che da sempre svolgono un lavoro straordinario spesso di supporto se non addirittura di supplenza rispetto all’ azione delle istituzioni, non di rado incapaci di intercettare taluni bisogni

Già da tempo l’associazione “Sveglia Caivano” si è fatta promotrice di iniziative messe in campo in rete con le altre associazioni più attive del territorio, ribadendo l’importanza dell’agire in rete. “Solo insieme si cresce – conclude il presidente dell’associazione Antonietta Mormile – la proposta del bilancio partecipativo va in questo senso: rafforzare non solo la sinergie tra le associazioni ma anche tra queste e l’ente comune per un’azione efficace e responsabile per rendere la nostra città sempre più vivibile e ricca di opportunità per tutti”.

Previous article‘Il lato oscuro di te’, il singolo che canta la vittoria sul tumore
Next articleIl Comune di Caivano vara il bilancio partecipato, l’assessore Orefice: concluderemo tutto con consultazione cittadina
Francesco Celiento, giornalista dal 1997, diventa pubblicista a soli 22 anni scrivendo il suo primo articolo nel 1992. Inizia a collaborare con quotidiani come "Il Giornale di Napoli" "Il Roma", "Cronache di Napoli" come corrispondente locale di cronaca nera, bianca e sport. Può vantare diverse collaborazioni nel corso della sua carriera, con i giornali: "Napoli Metropoli", "Ideacittà", "Cogito", "Non solo sport", "Freepress", "L'orizzonte", "Città del fare News". Ha lavorato come addetto stampa del comune di Caivano (2004) e di Frattamaggiore (2006); si è inoltre occupato di rassegne stampa nel mondo della moda e dei concorsi di bellezza (Miss Italia, Miss Mondo). Collabora con il Giornale di Caivano dal 2015, anno in cui insieme a Pasquale Gallo, ha fondato il blog. Da pochi mesi è addetto stampa dell'osservatorio per la legalità di Scampia. Ha avuto diversi riconoscimenti alla carriera, come il Premio Giornalistico "Don Gaetano Capasso" e la menzione speciale, come giornalista locale, per il Premio Eccellenze di Caivano nel 2017.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here