Con la presentazione del calendario 2016 e i pacchi dono alle famiglie bisognose, l’Ordine Militare di Santa Brigida saluta l’anno vecchio

0
2537

foto ord s brigida dic 2015Padre Tommaso Galasso: “i Cavalieri dell’ordine di Santa Brigida di Svezia a fine anno continuano a regalare un sorriso alle famiglie povere”

di FRANCESCO CELIENTO

NAPOLI – L’Ordine Militare di Santa Brigida di Svezia chiude l’anno 2015 ancora all’insegna della beneficenza, regalando pacchi contenenti generi alimentari alle famiglie più bisognose individuate dalla Caritas presieduta dalla signora Paolucci. L’attività benefica si è svolta domenica scorsa (27 dicembre 2015) nella chiesa di Santa Brigida a Napoli, al termine della cerimonia eucaristica celebrata da padre Tommaso Galasso, che nel ringraziare l’Ordine per la sua generosità, ha affermato: “i cavalieri dell’Ordine di Santa Brigida di Svezia a fine anno continuano a regalare un sorriso alle famiglie povere”. La delegazione Campana dell’Ordine ha visto la partecipazione di diversi cavalieri e dame provenienti dalle varie province, tra cui il Luogotenente Generale Vicario Biagio Abbate, il preside della Campania Pierluigi Scarpa, il Luogotenente d’Italia Giovanni Marciano, il conte Matteo Mazzola, la dama Carla Tammaro, il Colonnello Gerardo Palmese e il Gran priore aggiunto, Monsignor Sebastiano Bonavolontà.

Oltre alla beneficenza, la serata ha visto anche la presentazione del calendario dell’Ordine 2016, dedicato ai Cardinali Gran Priori che hanno fatto parte dell’antica istituzione cavalleresca. I cardinali Corrado Ursi, Alfredo Ottaviani ed Aloisio Lorscheider, raffigurati nel calendario, sono solo alcuni dei principi della Chiesa che hanno fatto parte del glorioso Ordine di Santa Brigida, fondato nel 1366 dalla Santa e ricostituito nel 1859 dal Conte Vincenzo Abbate senior de Castello Orleans, autorizzato dal Re delle due Sicilie Francesco II di Borbone e con l’approvazione canonica di Papa Urbano V. Il ricavato della vendita del calendario, che tra l’altro, rappresenta per gli amanti del raffinato accessorio da ufficio, un vero e proprio pezzo da collezione, è andato ovviamente devoluto in beneficenza per sostenere i fini benefici dell’ordine: aiutare gli infermi e i bisognosi, le ragazze madri, gli orfani, gli ammalati, i poveri.

 

Previous articleCapodanno 2016: feriti in calo, il più grave ad Aversa
Next articleDistrutta dalle fiamme l’auto dell’ex consigliere socialista Peppe Bernardo
Francesco Celiento, giornalista dal 1997, diventa pubblicista a soli 22 anni scrivendo il suo primo articolo nel 1992. Inizia a collaborare con quotidiani come "Il Giornale di Napoli" "Il Roma", "Cronache di Napoli" come corrispondente locale di cronaca nera, bianca e sport. Può vantare diverse collaborazioni nel corso della sua carriera, con i giornali: "Napoli Metropoli", "Ideacittà", "Cogito", "Non solo sport", "Freepress", "L'orizzonte", "Città del fare News". Ha lavorato come addetto stampa del comune di Caivano (2004) e di Frattamaggiore (2006); si è inoltre occupato di rassegne stampa nel mondo della moda e dei concorsi di bellezza (Miss Italia, Miss Mondo). Collabora con il Giornale di Caivano dal 2015, anno in cui insieme a Pasquale Gallo, ha fondato il blog. Da pochi mesi è addetto stampa dell'osservatorio per la legalità di Scampia. Ha avuto diversi riconoscimenti alla carriera, come il Premio Giornalistico "Don Gaetano Capasso" e la menzione speciale, come giornalista locale, per il Premio Eccellenze di Caivano nel 2017.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here