L’Asl Napoli 2 Nord porta in scena i pazienti a Caivano-Arte

0
2246

articledi ARMIDA VITALE*

L’Asl Napoli 2 Nord è stata promotrice di varie iniziative socio-sanitarie, che mettono in sintonia luoghi istituzionali diversi e aprono una prospettiva educativa ed informativa importante, su un tema fondamentale, in particolare, come quello collegato al problema delle persone affette da disturbi mentali.

Gli eventi, fortemente voluti dal Commissario Straordinario Antonio D’Amore, sono sostenuti dalle dirigenti UOSM Caterina Fusco e Marinella Milanese e da tutto il personale, sia pubblico che privato sociale. Le iniziative in calendario per le festività natalizie sono stati offerti – come sapiente e valido percorso formativo ed educativo tra familiari di tutti gli operatori pubblici e privati – per conoscere e confrontarsi con le paure di pregiudiziali diversità, aprire un dialogo solidale e portare, anche nel contesto familiare, una presa di coscienza della sofferenza, dando voce così, al silenzio di chi rischia lo stigma e l’isolamento.
Il lavoro di riabilitazione psichiatrica è stato affidato alla cooperativa sociale “Mercurio d’oro”, che è specializzata nel settore ed è impegnata nella gestione di tre strutture riabilitative psichiatriche dell’Asl Napoli 2 Nord, dirette con grande competenza e umanità dalla dottoressa Caterina Fusco.
Il Centro Gladiatore e Spartaco si trova a S. Antimo e Pulcinella ad Acerra: la cooperativa si occupa specificamente della riabilitazione psichiatrica, puntando all’emancipazione di soggetti che vivono una condizione di emarginazione legata al disagio psichiatrico.
Attraverso attività manuali e pratiche, si cerca di impegnarli alla partecipazione a laboratori artistici che consistono nella lavorazione della ceramica, della cartapesta, della decorazione e il riuso e riciclo di oggetti utili nel quotidiano.
Non solo questo: si cerca infatti, di impegnarli attività diverse come quelle musicali, teatrali e ballo, laboratori di stimolazione cognitiva, iniziative sportive e uscite sul territorio.
Per il periodo natalizio gli utenti dei centri hanno svolto varie iniziative territoriali e la realizzazione di stand nei mercatini di varie città comprese nel nostro ente per la vendita dei prodotti e manufatti realizzati da loro.
L’obiettivo è quello supportare i nostri pazienti, promuovendo la loro autonomia personale e relazionale.
Numerose sono le iniziative anche dopo il periodo natalizio, volte a favorire l’uscita dalle strutture promuovendo i contatti con la realtà esterna, con il territorio di appartenenza con le parrocchie e le associazioni di volontariato.
Presso il teatro “Caivano-Arte” lo spettacolo intitolato “Lo show dei talenti” realizzato interamente dai pazienti che per un giorno si sono resi protagonisti. Cosa che ha fatto molto piacere a loro, ma nello stesso tempo, ha funzionato di più di una terapia. Infatti, sono pronti a ripetere tanti spettacoli.
Ci saranno in queste festività di Natale, varie mostre o itineranti in varie città del comprensorio. Tante sono le iniziative promosse sia all’interno che all’esterno a scopo riabilitativo, terapeutico ed educativo volte a superare le paure e lo stigma della malattia mentale.
Il nostro intento è quello di promuovere una sempre maggiore partecipazione puntando sulla integrazione socio-sanitaria e una maggiore sinergia con il territorio e la comunità locale.
Siamo convinti che si possa instaurare una relazione armonica tra pazienti, parenti, operatori pubblici e privati e associazioni. Un tipo di relazione nuova, che attraverso la riabilitazione e l’informazione, consenta il superamento di una mentalità collettiva chiusa e difesa nei confronti della diversità e della sofferenza mentale. Come operatori dell’Asl Napoli 2 Nord pensiamo che una comunità barricata, difensivamente, dentro rigidità e pregiudizio faccia più male della malattia mentale stessa. E’ per questa ragione che quali sanitari, con il nostro lavoro sul campo, siamo già Lì, a dimostrare e a sostenere che molto si può fare.                                                        * (medico)

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here