Droga nei giardini vicino alla chiesa di Don Maurizio, i carabinieri sequestrano 35000 euro di stupefacenti

0
5053

IMG-20160124-WA0002di FRANCESCO CELIENTO

CAIVANO – Temendo l’intervento delle forze dell’ordine credeva di essere al sicuro nascondendola nei giardini dietro alla chiesa del rione Parco Verde, guidata dal noto Don Maurizio Patriciello, prete-anti-roghi. Ma è andata male allo spacciatore. Ieri mattina (venerdì 22 gennaio) i carabinieri della caserma di Caivano, guidati dal sottotenente Ottavio Abeille, durante i controlli di routine sono andati a curiosare proprio nel verde restrostante alla parrocchia San Paolo, da dove si accede tramite un’entrata secondaria, e fra gli arbusti hanno rinvenuto una busta sospetta. Intuizione esatta: all’interno di essa erano custodite 600 dosi di eroina, 200 grammi di crack, 20mila dosi di cocaina e 500 grammi di sostanza da taglio. Il recupero dello stupefacente è ingente, infatti il valore commerciale è stimato in circa 35.000 euro.

Previous articleAd Acerra Biagio Izzo con ‘L’amico del cuore’
Next articleSpietata Caivanese, 3-1 e secondo posto consolidato
Francesco Celiento, giornalista dal 1997, diventa pubblicista a soli 22 anni scrivendo il suo primo articolo nel 1992. Inizia a collaborare con quotidiani come "Il Giornale di Napoli" "Il Roma", "Cronache di Napoli" come corrispondente locale di cronaca nera, bianca e sport. Può vantare diverse collaborazioni nel corso della sua carriera, con i giornali: "Napoli Metropoli", "Ideacittà", "Cogito", "Non solo sport", "Freepress", "L'orizzonte", "Città del fare News". Ha lavorato come addetto stampa del comune di Caivano (2004) e di Frattamaggiore (2006); si è inoltre occupato di rassegne stampa nel mondo della moda e dei concorsi di bellezza (Miss Italia, Miss Mondo). Collabora con il Giornale di Caivano dal 2015, anno in cui insieme a Pasquale Gallo, ha fondato il blog. Da pochi mesi è addetto stampa dell'osservatorio per la legalità di Scampia. Ha avuto diversi riconoscimenti alla carriera, come il Premio Giornalistico "Don Gaetano Capasso" e la menzione speciale, come giornalista locale, per il Premio Eccellenze di Caivano nel 2017.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here